CITTADINANZATTIVA SCRIVE AL PRESIDENTE VENDOLA

 

IL PRESIDENTE VENDOLA HA DETTO (E LO DICE ANCORA): IO GOVERNERO’ CON I CITTADINI E NON CHIUSO ENTRO LE QUATTRO MURA DEL MIO UFFICIO;

IL PRESIDENTE VENDOLA HA DETTO ANCORA (E CONTINUA A DIRLO): LA SANITA ’ SARA’ GESTITA INNANZITUTTO ASCOLTANDO GLI AMMALATI E CON LA PARTECIPAZIONE DEI CITTADINI, IL CITTADINO AL CENTRO DELLA SANITA’

 

PRESIDENTE VENDOLA,

mi sono distratto un momento e quindi non sono riuscito a percepire dove e quando si sono verificate queste sue promesse.

Abbiamo chiesto all’ex Presidente Fitto e lo abbiamo chiesto anche a Lei di istituire una cabina di regia per la gestione della sanità pugliese, non siamo stati ascoltati prima ma non lo siamo stati neanche adesso, quindi dove sono i cambiamenti di gestione? Dov’è la PARTECIPAZIONE CIVICA   da Lei tanto sbandierata? Dov’è il CITTADINO AL CENTRO DELLA SANITA’?

Il Tribunale per i Diritti del Malato di Cittadinanzattiva non è assolutamente contro i direttori generali, come qualcuno sommessamente cerca di insinuare, ma sicuramente contro la cattiva gestione, contro gli sprechi e soprattutto contro tutti coloro che non offrono le giuste cure ai cittadini che ne hanno necessità e contro coloro che cercano di ostacolare in tutti i modi la partecipazione dei cittadini nella gestione delle loro strutture sanitarie.

Non possiamo non essere d’accordo con il Presidente regionale della FIMMG (Federazione Italiana dei Medici di Medicina Generale), Dr. Filippo Anelli, il quale afferma che ai medici interessa la cura e non il prezzo dei farmaci, l’approprietezza delle prescrizioni è di competenza dei medici e non dei politici o, peggio ancora, dei ragionieri, certo che non occorre sparare nel mucchio ma se vi sono dei medici che non si comportano come tali occorre intervenire con provvedimenti esemplari, ma la condanna collettiva serve solo ad aumentare la disistima nella sanità pugliese.

L’accorpamento delle AUSL, Presidente con chi ne ha parlato? Forse ha coinvolto i cittadini? Non mi risulta o forse mi sono distratto nuovamente, mi creda Presidente è cambiato qualcosa ma in peggio. Il cittadino si è visto calare dall’alto questo maxi emendamento ma certamente non riesce a capirlo molto bene, sarà meglio o sarà peggio, noi nutriamo molti dubbi in merito. Avremo sei iper AUSL, saranno in grado gli addetti ai lavori di gestirle al meglio?

Il Tribunale per i Diritti del Malato ritorna a chiederLe una CABINA DI REGIA per la gestione della sanità in Puglia, lo farà? A Lei e solo a Lei l’ultima parola, intanto noi continuiamo ad assolvere i nostri impegni e cioè controllare per far diminuire i danni nella sanità affinché il cittadino venga penalizzato il meno possibile.

Comunque Presidente sappia che non ci risulta che abbia tenuto fede alle Sue promesse nei riguardi dei cittadini.

I cittadini Le augurano buon Anno

 

28 dicembre 2006

                                                                                  DIPARTIMENTO COMUNICAZIONI

                                                                                      T.D.M. – CITTADINANZATTIVA

                                                                                                REGIONE PUGLIA

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008