RCV DAY: medici di famiglia e cardiologi insieme per combattere le malattie cardiovascolari.

COMUNICATO STAMPA



RCV DAY: medici di famiglia e cardiologi insieme per combattere le malattie cardiovascolari.

Le malattie cardiovascolari anche in Puglia rappresentano la prima causa di morte. Sono oltre 13.000 i morti all’anno per queste patologie e rappresentano il 33,4% di tutte le cause di morte. La mortalità per tumore in Puglia si attesta al secondo posto con il 22,35%, ossia con dieci punti in meno in percentuale e in termini assoluti provoca la morte di circa 9.000 cittadini pugliesi all’anno.


Particolare rilievo tra le malattie cardiovascolari assumono l’infarto del miocardio e l’ictus cerebrale. La mortalità per infarto nella nostra regione è mediamente pari al 2,5% di tutte le morti interessando annualmente in media circa 1.500 cittadini. Mentre la mortalità per disturbi circolatori dell’encefalo: ictus cerebrale, è pari mediamente al 9,6% con 3.800 morti all’anno.


Nonostante in questi ultimi anni, grazie ad una formidabile rete di assistenza e ai nuovi trattamenti farmacologici e assistenziali, la mortalità per ictus cerebrale e infarto del miocardio sia in sensibile diminuzione, l’incidenza dell’infarto del miocardio nella nostra regione è, invece, in aumento segno che gli stili di vita negativi: alimentazione scorretta e sedentarietà e i fattori di rischio: ipertensione, diabete e fumo, siano tra i nostri cittadini in aumento o fuori controllo.


Da queste premesse è partita l’idea di avviare in Puglia un ambizioso progetto di assistenza che ha l’obiettivo di ridurre l’incidenza delle malattie cardiovascolari e conseguentemente la mortalità per queste malattie. Il progetto messo a punto dalla Regione Puglia, vede impegnati insieme medici di famiglia e cardiologi su tutto il territorio regionale, con modalità di intervento condivise e standardizzate.


Si tratta, in pratica, di eseguire il calcolo del rischio cardiovascolare (RCV) che rappresenta la traduzione numerica di dati derivanti dalla misurazione della pressione arteriosa e del colesterolo, integrandoli con i fattori di rischio: età, ipertensione arteriosa, diabete mellito e abitudine al fumo, a tutti i cittadini con età compresa tra i 35 ed i 69 anni.
Con questa metodica sarà possibile individuare i cittadini ad alto rischio, ossia quelli che nei prossimi 10 anni potranno sviluppare con una percentuale superiore al 20% un infarto o un ictus, e intervenire sia sugli stili di vita che con la terapia farmacologica a base di statine (farmaci che riducono il tasso di colesterolo nel sangue) al fine di ridurre la probabilità di insorgenza di questi eventi

Quindi si tratta di un intervento di prevenzione teso a salvaguardare la tutela della salute dei cittadini. Per stimolare la prevenzione e l’adesione dei medici e dei cittadini al progetto, sabato 8 Novembre 2008 sarà in Puglia il giorno dedicato alla prevenzione del rischio cardiovascolare: RCV DAY. 


Inoltre, nel corso di questa giornata, è stato organizzato un evento formativo per i medici: R.C.V. DAY - Appropriatamente, prevenire. È un progetto formativo incentrato sul ruolo fondamentale del Medico di Medicina Generale nella gestione del paziente con un elevato rischio cardiovascolare.


Nella giornata dell’8 novembre 2008 (22 novembre solo per Foggia) sarà presentato - contemporaneamente in tutte le province pugliesi – questo progetto regionale per il controllo delle malattie cardiovascolari. 


Nel corso della conferenza stampa che si terrà Giovedì 6 Novembre 2008 dalle ore 10,30 alle ore 11,45 presso la sede regionale della FIMMG Puglia, via santi Cirillo e Metodio 5/B Bari sarà presentato il progetto regionale.


Interverranno il dott. Pasquale Caldarola, cardiologo e consigliere nazionale ANMCO, il dott. Filippo Anelli Segretario Regionale FIMMG Puglia ed il dott. Vito De Robertis Lombardi Segretario Provinciale FIMMG Bari. 
Bari, 5 novembre 2008

Fimmg Puglia:  in rete dal 06/11/2008