I tagli in pillole

Clicca qui per ritornare all'Home Page

Dal Sole 24 ore del 16 novembre 2001: tabella riassuntiva del decreto tagliaspese

 

I TAGLI IN PILLOLE

(dal Sole 24 ore del 16 novembre 2001)

Ospedali e personale

Le Regioni potranno decidere autonomamente le sperimentazioni gestionali e anche la determinazione delle aziende ospedaliere. L'obbligo del pareggio di bilancio vale per l'intera azienda sanitaria, non più per il singolo presidio ospedaliero. Tagli dei posti letto per acuti, che scendono da 4,5 a 4 per mille abitanti (più uno per mille destinati alla riabilitazione). II personale in esubero sarà riassorbito nelle strutture riconvertite (anche per l'assistenza domiciliare), sostituirà i dipendenti che cessano dal servizio o sarà messo in mobilità.

Il tempo definito dei medici è prorogato fino al 1° febbraio 2002.

E’ consentita l'adozione di sistemi di sterilizzazione dei rifiuti ospedalieri che ne consente l'assimilazione agli urbani.

Stretta sui costi

Le Regioni devono far aderire le aziende alle convenzioni con la Consip o ad altri strumenti di contenimento della spesa, e procurement compreso, secondo le indicazioni del ministro per l'Innovazione: le sanzioni per gli amministratori inadempienti sono fissate con legge regionale.

 

Realizzazione entro fine anno dell'Osservatorio regionale dei prezzi.

 

Monitoraggio sulla spesa per beni e servizi (dovrà evidenziare gli acquisti extra copvenzioni di importi superiori a quelli di riferimento e la spesa per il personale superiore a quella sostenuta nel 2000) e anche su prescrizioni mediche, farmaceutiche e specialistiche.

Spesa e ripiani

Fondi 2002-2004 per 235,5 mld € (455mí1a mld di lire), e per i ripiani altri 5,16 mld € circa (10mila mld di lire).

Slitta di un anno la riduzione della franchigia su specialistica e diagnostica.

Entro luglio 2002 le Regioni comunicano ai ministeri competenti i risultati dell'accertamento dei consuntivi.

I livelli essenziali di assistenza (Lea) saranno definiti entro il 30 novembre.

Spesa Farmaceutica

Non deve superare il 13% della spesa sanitaria: le Regioni dovranno concordare con le categorie di settore le relative misure.

Dal 1` dicembre i farmaci fuori brevetto equivalenti saranno rimborsati al prezzo più basso del corrispondente generico disponibile nel canale distributivo regionale. Se il medico indica la non sostituibilità del farmaco più caro o il cittadino rifiuta la sostituzione in farmacia, la differenza è a carico degli assistiti (esentati i pensionati di guerra). Sperimentazione per sei mesi del prezzo di riferimento per categorie omogenee e della riduzione del prezzo del prodotto rimborsato all'aumentare del fatturato.

Distribuzione dei farmaci

I farmaci che richiedono il controllo ricorrente del paziente (í cronici in generale) saranno acquistati dalle Regioni con lo sconto del 50% e potranno essere distribuiti attraverso le farmacie in base ad accordi con le associazioni sindacali dei farmacisti e con modalità da definire in convenzione. Saranno distribuibili direttamente i farmaci per il primo ciclo terapeutico dopo il ricovero o la visita ambulatoriale specialistica. Le attuali agevolazioni per le farmacie rurali valgono per le attività con fatturato Ssn al netto dell'Ivo tra 258,29 e 387,34 mln € (500-750 milioni di lire); sotto questa soglia crescono del 60 per cento.

Ticket e ricette

Per garantire la tenuta della spesa, le Regioni potranno escludere in parte o del tutto dalla rimborsabilita alcune categorie di farmaci "non essenziali" secondo una lista predisposta dalla Cuf. Le ricette per i malati cronici non potranno superare i 6O giorni di terapia o i tre pezzi, can un massimo di sei pezzi per antibiotici monodose, prodotti da fleboclisi e farmaci a base di interterone per i soggetti affetti da epatite cronica e di 30 giorni di terapia per gli oppiacei usati nella terapia del dolore. ,

Farmaci da banco

Saranno identificati con un bollino di riconoscimento e dovranno essere direttamente e liberamente accessibili da parte del pubblico in farmacia.

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08