Inviato ai medici il Piano anti-bioterrorismo. Da lunedì attivo il numero verde 800-571661

Comunicato Stampa del Ministero della Salute

 Il Ministero della Salute ha inviato alle Regioni, alle Aziende Sanitarie Locali ed Ospedaliere, alle Istituzioni interessate ed ai medici (per il tramite delle organizzazioni di categoria), il Piano contenente tutte le istruzioni relative alla necessità di potenziare la sorveglianza delle malattie infettive, che possano configurare situazioni di rischio – anche solo teorico - per la salute dei cittadini.

Il Ministro della Salute, professor Girolamo Sirchia, ha inoltre disposto l’attivazione, a partire dalla prossima settimana, di un numero verde 800 571661, a cui cittadini e operatori sanitari potranno rivolgersi in caso di necessità per ricevere informazioni ed indicazioni su strutture di consulenza.

Il materiale, inviato alle strutture e ai medici, si compone di schede informative relative agli agenti biologici e chimici che potrebbero costituire, in caso di impiego a scopi bellici o terroristici, un rischio per la salute pubblica, e di protocolli operativi per la comunicazione con le Istituzioni interessate.

Inoltre, vengono indicati tutti presidi terapeutici utili e le modalità di intervento, da utilizzare in caso di accertata esposizione ad agenti biologici e chimici.

Per garantire la massima trasparenza e la più ampia diffusione delle informazioni, le comunicazioni verranno inserite e puntualmente aggiornate sul portale internet del Ministero della Salute, all’indirizzo www.sanita.it.

In virtù del principio di massima precauzione, le aziende farmaceutiche sono state allertate per assicurare la disponibilità di medicinali. In relazione all’evolversi della situazione epidemiologica nazionale ed internazionale, il Ministero ha verificato anche la possibilità da parte delle aziende di riprendere la produzione di vaccini sospesa da tempo.

Va chiarito tuttavia che non esistono, al momento, indicazioni relative alla necessità di avviare campagne di vaccinazione di massa o selettive nei confronti di patologie infettive batteriche o virali, così come di assumere, a scopo preventivo, farmaci di qualsiasi natura.

Il Ministro della Salute, professor Girolamo Sirchia, ribadendo il rigore metodologico alla base del Piano di prevenzione e di intervento anti-bioterrorismo, invita i cittadini a non assumere comportamenti – come ad esempio l’accaparramento o l’autosomministrazione di medicinali - basati su timori irrazionali che non trovano alcun riscontro nella situazione attuale.

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08