Il Consiglio Direttivo Fimmg sulla Proposta di Rifondazione della Medicina Generale

 

Il Consiglio Direttivo Provinciale della Fimmg Bari riunitosi in Bari il giorno 22 febbraio 2007

 

udita

 

la relazione del Segretario Generale Provinciale dott. Vito De Robertis Lombardi,

 

la approva.

 

In merito al documento della Rifondazione della Medicina Generale, preliminarmente

 

Ritiene

 

Che si debbano disgiungere nell’esame della bozza le parti relative all’integrazione del MMG nel SSN e nella didattica universitaria da quelle parti strettamente contrattuali.

 

Considera

 

Utile per la medicina generale italiana perseguire l’obiettivo di equiparare il medico di famiglia, conservandone le peculiarità, alla figura di dirigente medico per gli aspetti legati alle funzioni dirigenziali nella gestione del SSN, così come considera fondamentale per lo sviluppo della medicina generale l’integrazione con l’università per gli aspetti relativi ai percorsi formativi.

 

Invita

 

Il Segretario Nazionale ad un confronto serrato con la parte politica perché siano accolte, attraverso lo strumento legislativo, queste legittime esigenze della medicina generale.

 

 

In merito alla parte più strettamente contrattuale presente nel documento della Rifondazione della Medicina Generale, il Consiglio Direttivo Provinciale della Fimmg Bari, sulla base delle specifiche esperienze maturate in questa provincia

 

Giudica

 

Improponibile il percorso secondo cui il medico di medicina generale debba obbligatoriamente aderire alla UMG nei termini riportati nel documento: “l’Unità di Medicina Generale (UMG) è l’unità organizzativa elementare (una specie di atomo) ed imprescindibile, di cui tutti i medici di medicina generale fanno necessariamente parte” e ingiusta la disparità di trattamento tra i colleghi  neo-inseriti a rapporto orario e quelli a quota capitaria.

 

Osserva

 

Che tale vincolo limita fortemente l’autonomia professionale garantita al MMG dal rapporto di convenzionamento con il SSN inteso come vincolo di parasubordinazione.

 

Valuta

 

Negativamente l’impatto del sistema delineato nel documento sul rapporto di fiducia che lega il paziente al medico nonché sul principio di libera scelta garantito ai cittadini.

 

 

Stima

 

Poco credibile la sostenibilità economica del progetto considerando che se realmente fossero disponibili le risorse menzionate, non si spiegherebbe il ritardo nel rinnovo contrattuale, di certo più fattibile ipotizzandosi un contratto-ponte.

 

Dà mandato

 

Al Segretario Provinciale di rappresentare queste posizioni alla Segreteria Regionale e alla Consiglio Nazionale.

 

Approvato all’unanimità.

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008