Tagliate le risorse per garantire i nuovi Livelli essenziali di assistenza

Comunicato Stampa

Tagliate le risorse per garantire i nuovi Livelli essenziali di assistenza

L'epidurale per il parto indolore e la vaccinazione alle adolescenti tra gli 11 e i 12 anni contro il papilloma virus, responsabile del tumore all'utero, indispensabile per ridurre l’incidenza del tumore alla cervice uterina, non saranno più gratuite. Insieme ad altre decine di prestazioni sanitarie sono state tolte dai Livelli essenziali di assistenza (LEA) cioè quelle attività che le Regioni sono obbligate ad erogare ai cittadini senza farli pagare. 
È la conseguenza della decisione assunta ieri dal Governo di ritirare il DPCM, presentato dal Ministro Turco, che definiva i nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA) in quanto al Governo mancano i soldi per rimborsarle: «Non c'è copertura finanziaria per i nuovi Lea, siamo scoperti di 800 milioni e abbiamo dovuto ritirarli», dice il sottosegretario al Welfare Ferruccio Fazio.
Le Regioni però, se vorranno, potranno garantirle con fondi propri.
“Siamo fortemente preoccupati per le conseguenze che queste decisioni determineranno sulla salute dei cittadini, ed in particolare di quelli residenti nelle regioni meno ricche come la nostra”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale della Fimmg Puglia. “E’ necessario uno sforzo da parte di tutti i partiti per tentare di garantirle nella nostra Regione”
Queste prestazioni, infatti, sono presenti nella proposta di piano della salute, approvato dalla Giunta Regionale ed in discussione in seno al Consiglio Regionale della Puglia.
“Siamo come Puglia già penalizzati per la modalità di ripartizione del fondo sanitario nazionale che premia le regioni del Nord Italia”, ha continuato il dott. Anelli, “ora senza una specifica copertura finanziaria, queste prestazioni rischiano di non essere più garantite nella nostra Regione”.
Definitivamente risolto il problema dell’applicazione contrattuale per i medici di famiglia pugliesi, grazie all’intervento dell'assessore Tedesco che ha assicurato che tutti gli aggiornamenti contrattuali saranno garantiti, grazie all’intervento della Svimservice, a partire da questo mese di luglio.
L’accordo raggiunto in seno al Comitato Permanente Regionale per la Medicina Generale prevede il totale aggiornamento del sistema informatico regionale al fine di garantire a tutti i cittadini pugliesi le prestazioni incluse nel nuovo accordo regionale per la medicina generale. Tale adeguamento sarà completato entro settembre 2008 secondo un programma di lavoro articolato e già condiviso in seno al Comitato.
“Ancora una volta dobbiamo ringraziare l’Assessore Tedesco per la particolare attenzione nei confronti della medicina generale pugliese”, ha dichiarato il dott. Anelli”. Grazie al suo tempestivo intervento entro settembre saranno garantiti ai cittadini pugliesi tutti i servizi previsti dal nuovo accordo regionale, portando così la Regione Puglia tra le regioni più avanzate in Italia nel campo dell’assistenza primaria”.


Bari, 25 luglio 2008

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/07/2008