Serve più coraggio per investire nelle cure domiciliari.

COMUNICATO STAMPA



Serve più coraggio per investire nelle cure domiciliari.
La FIMMG partecipa all’audizione sul Piano Regionale della Salute. 


Si è svolta stamattina l’audizione delle Organizzazioni Sindacali dei medici convenzionati e quelli del pubblico impiego in seno alla Commissione Sanità della Regione Puglia sulla proposta di Piano Regionale della Salute approvato dalla Giunta Regionale. La FIMMG, preliminarmente ai lavori della Commissione, ha denunciato l’incredibile vicenda riguardante la ASL di Foggia che, ancora una volta, non riesce a garantire gli stipendi mensili ai Medici di Medicina Generale. 

“E’ una situazione incresciosa quella che si sta verificando nella ASL di Foggia”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli, Segretario Regionale della FIMMG. “Mentre il Consiglio regionale ci convoca per discutere su come migliorare lo stato di salute dei cittadini pugliesi, organizzando al meglio il Servizio Sanitario Regionale, a Foggia sembra di essere tornati alla preistoria della nostra organizzazione sanitaria quando i più elementari diritti dei lavoratori erano violati per incapacità di coloro che sono preposti all’organizzazione”.

Il dott. Anelli ha poi giustificato il dott. Salvatore Onorati, Segretario provinciale della FIMMG di Foggia, per l’assenza alla audizione odierna, come forma di protesta nei confronti della ASL di Foggia.

“Condividiamo buona parte del Piano Sanitario Regionale che si inserisce in un percorso complesso di riordino del settore che ha visto tra le tappe più salienti dell’azione di Governo l’approvazione delle Leggi di riordino del Servizio Sanitario Regionale n. 25 e n. 26 del 2006; la riorganizzazione del sistema di compartecipazione alla spesa da parte dei cittadini, esentando dal ticket i malati cronici ed i soggetti meno abbienti; la riorganizzazione delle ASL e la conseguente riduzione di molte inutili spese burocratiche; il potenziamento dell’assistenza territoriale con l’approvazione del contratto regionale per la medicina generale”, ha continuato il dott. Anelli.

Tra le criticità sollevate dalla FIMMG vi è quella relativa alla mancanza nel Piano di priorità di interventi. Una tale previsione consentirebbe al Governo regionale di assumere impegni precisi, facilitando l’applicazione del Piano. 

“Abbiamo chiesto maggiore coraggio al Governo regionale nell’individuare le risorse da investire per garantire ai cittadini un’assistenza sanitaria territoriale e cure domiciliari ancora fortemente carenti nella nostra Regione”, ha così commentato il dott. Filippo Anelli nel suo intervento sulla valutazione economica prevista all’interno del Piano della Salute.

La FIMMG ha rimarcato, con sorpresa, l’assenza all’interno del piano di tutti quegli aspetti innovativi che hanno caratterizzato l’Accordo Regionale per la Medicina Generale, considerato in Italia dai maggiori esperti, tra i migliori interventi del campo per l’Assistenza Primaria.


Bari, 09 luglio 2008


Allegati: n. 2

Ritardi nei pagamenti nella ASL FG - La segreteria Provinciale Fimmg non partecipa all'audizione per il Piano Sanitario Regionale

Fimmg Foggia: ancora discrepanze tra annunci e gestione quotidiana della sanità (Comunicato Stampa)

 

Fimmg Puglia:  in rete dal 09/07/2008