Dal 1° Agosto a rischio il diritto all’esenzione dal ticket per gli anziani

Comunicato Stampa

Dal 1° Agosto a rischio il diritto all’esenzione dal ticket per gli anziani.

Dal 1° agosto 2008 entrerà in vigore la nuova disciplina che regolamenta le esenzioni dal ticket per motivi di reddito per le prestazioni specialistiche.
Sinora i cittadini di età superiore a 65 anni con reddito familiare inferiore a €. 36.151,98, i disoccupati con un reddito inferiore a €. 8.263,31 incrementato fino a €.11.362,05 in presenza di coniuge e di ulteriore €. 516,46 per ogni figlio a carico, i titolari di pensione sociale o di pensione al minimo di età superiore a 60 anni con un reddito complessivo inferiore €. 8.263,31 incrementato fino a €. 11.362,05 in presenza di coniuge e di ulteriore €. 516,46 per ogni figlio a carico, potevano esercitare il diritto ad essere esentati dal pagamento del ticket per tutte le prestazioni specialistiche (esami di laboratorio, esami radiologici, visite specialistiche, ecc.) firmando l’autocertificazione nell’apposita casella prevista sulla ricetta, al momento dell’esecuzione dell’esame o della visita specialistica. 
La Legge regionale n. 1 del 19/02/2008 all’art. 8 ha disposto che “a decorrere dal termine della presentazione della dichiarazione dei redditi per le persone fisiche per l’anno 2007, i cittadini aventi titolo all’esenzione dalla compartecipazione alla spesa sanitaria devono essere muniti di apposito certificato rilasciato dalle aziende sanitarie locali a seguito di richiesta documentata”.
La regione Puglia ha, pertanto, stabilito, a tale riguardo, che “il termine per la presentazione del modello Unico 2008 è il 31 luglio p.v. e che a far tempo dal 01/08/2008 i cittadini che hanno diritto all’esenzione ticket per motivi di reddito devono richiedere alla AUSL territorialmente competente un certificato attestante il diritto all’esenzione in quanto non sarà più possibile apporre l’autocertificazione sulla ricetta. In assenza del citato certificato le prestazioni ambulatoriali non possono essere erogate in regime di esenzione”.
In fase di prima applicazione la regione Puglia ha autorizzato le AA.UU.SS.LL., al fine di verificare la documentazione presentata dal cittadino che richiede la nuova certificazione per l’esenzione dal ticket, al rilascio di una certificazione provvisoria valida fino al 31/10/2008 in base alla quale sarà possibile richiedere il proprio diritto all’esenzione. 
“Siamo particolarmente preoccupati che, a motivo delle scadenze previste dalla Legge, le nuove modalità operative per garantire l’esenzione dal ticket ai soggetti con basso reddito decorrano proprio dal 1 agosto, mese particolarmente caro agli italiani per le ferie estive”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli Segretario regionale della FIMMG. “Un mese, quello di agosto, in cui buona parte dei commercialisti e una buona parte degli italiani sono in ferie. Questo determinerà l’impossibilità per il cittadino che si recherà in ospedale per ottenere una prestazione di poter produrre tutta la documentazione necessaria ad ottenere la certificazione provvisoria per l’esenzione dal ticket”. 
Non è difficile immaginare l’anziano ultra 65enne che in pieno agosto recatosi in ospedale per poter eseguire ad esempio una radiografia alla cassa ticket si senta rispondere che dovrà pagare un ticket sulla prestazione in assenza della relativa certificazione AUSL di esenzione. L’anziano, a quel punto, dovrà recarsi dal suo commercialista (che come buona parte degli italiani sarà probabilmente in ferie) per richiedere tutta la documentazione fiscale che dimostri che il suo reddito rientri nei parametri definiti dalla Legge e quindi recarsi allo sportello AUSL per depositare tutta la documentazione e ottenere l’agognato documento provvisorio di esenzione. A quel punto, dovrà recarsi nuovamente al suo medico di fiducia che, previa esibizione del documento di esenzione, stamperà il relativo codice di esenzione sulla ricetta, sempre che la casa produttrice del software non sia chiusa per ferie ed abbia potuto modificare il programma di gestione delle cartelle cliniche dei medici di famiglia.
“Abbiamo chiesto all’Assessore Alberto Tedesco la convocazione del Comitato Regionale per la Medicina Generale per venerdì prossimo venturo al fine di esporgli queste nostre perplessità”, ha continuato il dott. Filippo Anelli. “Non solo, all’Assessore Tedesco suggeriamo che nel periodo estivo, almeno per il mese di agosto, possa essere consentito un doppio canale per il riconoscimento del diritto all’esenzione. Ossia , utilizzare i due sistemi quello precedente all’introduzione della nuova disciplina, autocertificando il diritto all’esenzione davanti all’erogatore, ed il nuovo, esibendo il documento di esenzione”.
Bari, 02 luglio 2007

Fimmg Puglia:  in rete dal 02/07/2008