Vademecum per la prescrizione delle statine alla luce della DGR 1384/08

 

Vademecum per la prescrizione delle statine alla luce della DGR 1384/08

  1. La prescrizione delle statine deve rispondere ai criteri della nota AIFA 13, a cui devono attenersi tutti i medici prescrittori (mmg e specialisti).
  2. Nella prescrizione delle statine è buona norma far riferimento alle linee guida previste nella DGR 1384/08. La scelta della molecola ed il suo dosaggio è legato all’obiettivo di ridurre il colesterolo totale e LDL.
  3. Nei soggetti a rischio elevato ( iperlipidemie familiari; soggetti con rischio CV a 10 anni > 20% secondo le Carte del Rischio del Progetto Cuore; soggetti con pregresso IMA o ictus ischemico, arteriopatia ostruttiva periferica, diabete mellito; soggetti con ipercolesterolemia secondaria a farmaci o insufficienza renale cronica) con valori di colesterolo LDL uguali o inferiori a 150 mg/dl:
    1. prescrizione, come prima scelta, di un farmaco equivalente e/o non coperto da brevetto.
  4. Nei soggetti a rischio elevato ( iperlipidemie familiari; soggetti con rischio CV a 10 anni > 20% secondo le Carte del Rischio del Progetto Cuore; soggetti con pregresso IMA o ictus ischemico, arteriopatia ostruttiva periferica, diabete mellito; soggetti con ipercolesterolemia secondaria a farmaci o insufficienza renale cronica) con valori di colesterolo LDL superiori a 150 mg/dl:
    1. prescrizione, come prima scelta,di una statina scelta tra quelle a più elevata attività intrinseca, ad un dosaggio adeguato a conseguire una riduzione del colesterolo LDL superiore al 40 %
  5. Nei soggetti a rischio molto elevato (sindrome coronarica acuta, icuts ischemico recente, rivascolarizzazione coronarica recente, presenza di comorbidità – ad es. diabete+ coronaropatia documentata)
    1. prescrizione, come prima scelta, di una statina scelta tra quelle a più elevata attività intrinseca, ad un dosaggio adeguato alle condizioni cliniche.
  6. Dalla data di pubblicazione della DGR (4.9.2008) , i mmg devono, quindi, in caso di prima prescrizione di una statina annotare in cartella clinica il valore del colesterolo LDL.
  7. Non sussistono altre limitazioni alla prescrizione autonoma del mmg.
  8. Prescrizione indotta:
    1. Il medico specialista, ospedaliero o ambulatoriale di struttura pubblica o privata accreditata, è tenuto a redigere la scheda di monitoraggio, riportando la diagnosi e il valore di colesterolo LDL al fine della condivisione della scelta terapeutica da parte del mmg. La scheda di monitoraggio è redatta in duplice copia, una da archiviare presso la struttura che la formula ed una da consegnare al paziente per il Medico di Medicina Generale.
    2. ll medico di medicina generale annota sulla scheda sanitaria individuale la diagnosi ed il valore di C-LDL e le motivazioni di eventuali diverse scelte terapeutiche.
    3. per la prescrizine dell'associazione ezetimibe/simvastatina non è necessario la compilazione della scheda di monitoraggio (aggiornamento del 15.12.2008)

 

Fimmg Puglia:  in rete dal 15/12/2008