Progetto Rischio Cardiovascolare

Calcolo del Rischio Cardiovascolare: istruzioni per gli utenti di Millewin - Profim2000Venere 

  Calcolo del rischio cardiovascolare: domande e risposte 

Comitato Permanente Regionale del 16.01.2008

Si prende atto che nelle Ausl di Fg e Bat  non sono stati effettuati i corsi di formazione per i medici che hanno espresso l’adesione al progetto. Pertanto, il CPR fissa come termine ultimo per la organizzazione dei suddetti corsi il 29 02 08, data entro la quale tutte le altre ausl devono organizzare corsi di recupero esclusivamente riservati ai medici che hanno manifestato l’adesione al progetto entro la data del luglio 2007. A tale scopo l’assessorato si impegna a predisporre apposita nota per richiamare le adsl ai suddetti adempimenti.

Dopo ampia discussione si concorda, ai fini della individuazione del compenso a riconoscere ai medici impegnati nel progetto una quota capitaria regionale calcolata sulla base della popolazione target da (35 a 69 anni) e sul fondo destinato alla incentivazione per i medici di famiglia di cui alla DGR 157/06 ad oggetto: rimodulazione del piano della prevenzione. Ai medici sarà riconosciuto l’importo derivante dal calcolo relativo al numero della popolazione target in carico (35-69) alla data del 9 gennaio 2008 per la quota capitaria regionale individuata che corrisponde a €. 1,40 (Euro 2.655.000 diviso il numero della popolazione 1899903).

I medici dovranno notificare alla asl competente, a partire dalla data del 30 giugno,  il raggiungimento dell’obiettivo di calcolo del RCV pari a 20% della popolazione target in carico. Le asl devono provvedere alla liquidazione dei compensi dovuti entro sessanta giorni dalla notifica.

Il compenso liquidato al raggiungimento di questo obiettivo comprende anche l’impegno per la partecipazione alla fase formativa. Fermo restando il raggiungimento dell’obiettivo minimo del 20%, finalizzato alla corresponsione degli incentivi, il medico impegnato nel progetto ha come obbiettivo complessivo per l’anno 2008 la valutazione del rischio per il 35% della popolazione target in carico. La valutazione di tale obiettivo, effettuata al 31 dicembre 2008, consentirà la partecipazione alla seconda annualità.

Le somme non utilizzate relative al fondo regionale 2008 destinate alla incentivazione dei medici di famiglia, verranno utilizzate sulla base delle indicazione del CPR o per ulteriori incentivi o per la rivalutazione del fondo 2009.

I dati oggetto di debito informativo da parte del medico sono:

  1. Codice fiscale del paziente
  2. Data della rilevazione
  3. Valore del cardiorischio

Il medico è tenuto all’invio dei dati, corredati del proprio numero identificativo regionale, secondo le modalità che entro giugno 2008 saranno definiti dal CPR e OER.

Approfondimenti:

Link al sito CCM : Progetti di screening regionali Puglia. Progetto Cuore

Progetto Cuore: Istituto Superiore di Sanità

Fimmg Puglia:  in rete dal 24/01/2009