COMITATO PERMANENTE REGIONALE PER LA MEDICINA GENERALE DEL 24/06/2003

Home

 

COMITATO PERMANENTE REGIONALE PER LA MEDICINA GENERALE DEL 24/06/2003

Sintesi dell’incontro. 

Presenti: FIMMG, CUMI, CISL, SUMAI. 

La FIMMG preliminarmente mette agli atti le seguenti comunicazioni:

  1. modifica del regime di esenzione per la farmaceutica. Riduzione del ticket ai malati cronici;
  2. regolamentazione dello sciopero da parte dei MMG;
  3. richiesta all’Assessore di un incontro per venerdì 27 in occasione dello sciopero;
  4. richiesta di regolamentazione del reclutamento dei medici per il Pronto Soccorso estivo;
  5. indennità per il collaboratore di studio e l’infermiere professionale. Chiarimenti

ODG:

  1. Progetto di educazione sanitaria all’uso corretto dei farmaci;

In merito al primo punto della richiesta FIMMG, l’Assessorato alla Sanità dopo aver illustrato i dati sulle esenzioni, dichiara la propria disponibilità a prendere in esame la proposta della FIMMG nel corso della verifica prevista a dicembre dell’anno prossimo  sul nuovo regime delle esenzioni. 

In relazione al secondo punto all’ordine del giorno il Comitato stabilisce quanto segue:il medico di famiglia che partecipa allo sciopero ha l'obbligo, ai sensi del comma 1 - art.17, di effettuare:

  1. e visite domiciliari urgenti. "La chiamata urgente recepita deve essere soddisfatta entro il più breve tempo possibile" (comma 4 art. 33).
  2. l'assistenza domiciliare integrata (ADI).
  3. l'assistenza domiciliare programmata ai malati terminali.

Tali prestazioni sono gratuite per gli utenti.

Per il medico che non adempie a questi compiti si applica la procedura disciplinare prevista dall'art. 16.

Al medico che aderisce allo sciopero, la ASL di appartenenza effettuerà la trattenuta solo del 60% della giornata lavorativa (giusto accordo regionale del 24/6/03 in seno al Comitato Permanente Regionale per la medicina generale).

Per giornata lavorativa si intende la somma totale dello stipendio (comprensivo di tutte le voci contrattuali) del mese di giugno diviso 25 giorni.Il restante 40% della giornata lavorativa sarà dovuto al medico per le attività obbligatorie di cui sopra.Circa la richiesta della FIMMG in merito allo sciopero, l’Assessore dichiara la propria disponibilità ad incontrare una delegazione dei medici.  

Circa il problema nella carenza dei medici per la copertura dei posti di Medico di Guardia nei punti di Primo Soccorso estivo, il Comitato stabilisce di affidare ai medici titolari di Continuità Assistenziale i turni, non coperti dalle normali procedure di reclutamento dei medici, come completamento orario ai sensi del capo V - DPR 270/00. 

Il Comitato in merito al pagamento delle indennità per i collaboratori di studio e infermiere professionale stabilisce quanto segue.

Per il collaboratore di studio l’indennità è riconosciuta a far data dal 17 ottobre 2000 nella percentuale del 25% per i medici singoli o appartenenti a tutte le forme associative, come precedentemente individuati dall’Accordo Integrativo regionale del 15 maggio 1998. Sono fatti salvi i diritti dei medici che già percepivano tale compenso anche se in numero superiore al 25 %. Per l’infermiere professionale l’indennità è riconosciuta a far data dal 15 giugno 2001, giusto accordo tra OO.SS. e Assessore alla Sanità nella misura massima del 5%.

 In merito al primo punto all’ordine del giorno, il Comitato stabilisce di far slittare l’avvio del progetto regionale sull’educazione corretta all’uso dei farmaci al primo luglio 2003. Il progetto avrà termine entro il 31 marzo 2004. Ai medici sarà corrisposto il 70% dell’ammontare complessivo del progetto mensilmente nel secondo semestre 2003 e comunque dopo la pubblicazione del DIEF (secondo quanto previsto dalla DGR 5/03). Il restante 30% sarà corrisposto alla fine del progetto, entro il 31 marzo 2004.

   Filippo Anelli

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione