Tavolo Tecnico del CPR del 7/5/2003

Clicca qui per ritornare all'Home Page

 
Tavolo Tecnico del CPR del 7/5/2003
 
 
In apertura di seduta la FIMMG pone all'attenzione del CPR due argomenti:
  1. il mancato recepimento a verbale - per mero errore materiale - dell'accordo del 15 ottobre con cui le parti stabilivano che per le PIPP del 1999 i medici di famiglia rinunciavano all'aumento contrattuale e nel contempo la Parte Pubblica rinunciava a decurtare del 10% le indennitā previste per la medicina generale (comma 3 A1 art. 45 - Lire 2800), continuitā assitenziale (comma 5 art. 57 Lire 1713) e medicina dei servizi (lettera f) comma 1 art 14 All N - Lire 2229);
  2. il mancato pagamento degli arretrati - come da accordo del 10 aprile 2003 (vedi verbale n. 20) da parte di alcune ASL ed in particolare della ASL BA 4;
La parte pubblica si riserva di dare risposte esaurienti nella prossima seduta del 15 maggio pv.
 
La FIMMG propone una bozza di regolamento delle prescrizioni.
 
La parte pubblica premette che l'applicazione dell'accordo sulla prescrizione farmaceutica da parte degli ospedalieri e degli specialisti ambulatoriali interni comporta oltre ad un grave onere economico per la Regione anche un tempo congruo (tre sei mesi) per consentire l'inserimento nel Sistema Informativo Regionale di circa 10.000 nuovi codici per ogni singolo medico. Pertanto propone una gestione transitoria sulla farmaceutica.
La FIMMG chiede che siano dati disposizioni immediate a tutte le ASL e AO per consentire ai medici di prescrivere le prestazioni diagnostiche sul ricettario unico regionale (applicazione dell'art. 37).
La parte pubblica si riserva di fare le proprie valutazioni in merito al regolamento presentato dalla FIMMG nella prossima seduta del 15 maggio p.v.
 
Filippo Anelli

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione