Comitato Permanente Regionale della Medicina Generale del 9/6/08

 

Comitato Permanente Regionale della Medicina Generale del 9/6/08

  1. A seguito delle dichiarazioni delle OOSS inerenti la mancata attuazione del contratto regionale nelle Aziende Territoriali, anche in considerazione dei riscontri riferiti alle note assessorili, il CPR ritiene di dover segnalare all’Assessore Tedesco questa gravissima criticità che rischia di paralizzare tutte le attività della medicina generale. Al fine di rimuovere o tutt’al più attenuare l’impatto delle succitate criticità il Comitato propone che l’Assessore avalli una procedura di comunicazione Regione-Azienda Territoriale che individui direttamente le responsabilità degli adempimenti nella persona del Responsabile dell’Ufficio Convenzione di ogni singola azienda, unitamente al Direttore Generale. Inoltre, ai fini di una migliore comunicazione e trasparenza, il CPR invita l’assessorato ad esporre sul sito della Regione Puglia i verbali di ogni seduta.
  2. La parte pubblica rinnova l’impegno espresso nell’ultima riunione di un intervento immediato finalizzato alla soluzione delle incombenze in capo alla Svimservice per l’applicazione dell’accordo integrativo regionale e del riconoscimento degli arretrati. Sull’argomento ci si aggiorna al prossimo incontro fissato per il giorno 13 alle ore 12.00.
  3. In merito alla designazione del componente in seno all’OER per la medicina generale il tavolo indica il dott. Gaetano Dambrosio.
  4. Indennità annua per collaboratore di studio ed infermiere: nel caso in cui il contratto stipulato dal medico con il collaboratore di studio e/o l’infermiere, ai sensi del comma 4 lettera a) e lettera b) comma 9 art. 5, preveda un compenso inferiore alla quota massima riconoscibile in base al numero di assistiti in carico, l’azienda comunica alla svimservice l’importo massimo da riconoscere nell’anno e la svimservice fermo restando il riconoscimento della indennità mensile calcolata ai sensi comma 4 lettera a) e lettera b) comma 9 art. 5, procede al blocco del sistema una volta raggiunta la somma massima riconoscibile. In caso di variazione del contratto l’azienda procede alla rivalutazione delle somme dovute e la svimservice all’aggiornamento del blocco operato.
  5. La parte pubblica in merito alla partecipazione dei pediatri nelle forme associative complesse comunica quanto segue: Il pediatra di libera scelta già presente nelle associazioni di medicina di gruppo e di rete può rimanere nell’associazione, con i compiti previsti dal suo contratto di lavoro, anche in caso in cui l’associazione si trasformi in forma complessa (super rete e super gruppo). In ogni caso devono essere rispettati tutti gli obblighi e i requisiti previsti dalla normativa regionale per i componenti delle forme associative complesse ivi compresi i pediatri che decidono di aderire. Le OOSS prendono atto e condividono per quanto di competenza.

Fimmg Puglia:  in rete dal 10/06/2008