Istruzioni per il calcolo degli aumenti contrattuali.

il software per il conteggio degli aumenti

 

Istruzioni per il calcolo degli aumenti contrattuali.

 

Innanzitutto, le nuove voci stipendiali devono essere suddivise in tre tipologie:

 

  1. quote immodificate, ossia che non hanno subito alcun cambiamento nel passaggio tra il vecchio ed il nuovo stipendio:

    1. ADP

    2. ADI

    3. Indennità informatica

    4. Prestazioni aggiuntive

    5. Onorario professionale per soggetti con età < 14 anni

    6. Onorario professionale per soggetti con età  >75 anni

    7. Associazionismo semplice

 

  1. le nuove quote economiche che hanno sostituito completamente le voci stipendiali fisse previste dalla vecchia convenzione DPR 270/00:

    1. compenso forfetario

    2. assegno individuale

    3. quota capitaria di ponderazione

    4. quota capitaria regionale

    5. quota capitaria a sostegno dell’attività: solo per coloro che hanno assunto l’incarico dopo il 23/3/2005

 

  1. le vecchie voci stipendiali che sono state aumentate con il nuovo ACN:

    1. associazionismo

                                                               i.      rete

                                                             ii.      gruppo

    1. collaboratore di studio

    2. infermiere

 

Poi, bisogna tenere a disposizione lo stipendio di agosto 2005, calcolato secondo i parametri del vecchio accordo DPR 270/00.

 

Sullo stipendio di agosto 2005 si devono sommare le seguenti voci:

                               I.      onorario professionale

                             II.      indennità di piena disponibilità

                          III.      compenso aggiuntivo

                          IV.      concorso spese

                            V.      indennità integrativa onorario professionale

                          VI.      associazionismo: rete o gruppo

                       VII.      collaboratore di studio

                     VIII.      infermiere

 

Poi bisogna sottrarre alla somma delle voci 2 e 3 del nuovo stipendio, così come sopra raggruppate, la somma delle voci stipendiali dello stipendio di agosto 2005 come raggruppate al punto precedente.

 

La differenza così calcolata rappresenta l’aumento lordo dello stipendio.

 

Al totale lordo dello stipendio viene poi sottratto il 20% dell’irpef e il 5,625% per l’enpam. La quota enpam a nostro carico è aumentata rispetto a quanto veniva calcolato con il vecchio stipendio

 

Home

  Utenti in linea:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008