Ai Direttori Generali delle Aziende UU.SS.LL

Della Regione Puglia

Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere

Della Regione Puglia

Al Prof. Schena F.co Paolo

Coordinatore CRPRTO

C/o Azienda O. Consorziale Policlinico

BARI

 

Dott.sa Pirronti Angela

Coord. Locale AUSL BA/1

ANDRIA

Dr. Trivisano Leonardo

 

Coordinatore Locale AUSL Fg/3

FOGGIA

Dr. De Maria Giuseppe

 

Coord. Locale AUSL LE/1

LECCE

Dr. Tucci Raffaele

Coord. Locale AUSL TA/1

Al Sig. Presidente della G.R.

SEDE

Oggetto: realizzazione del sistema informativo per la registrazione della dichiarazione di volontà dei cittadini nell’ambito del Sistema Informativo dei Trapianti.

Com’è noto la legge 1.4.1999 (G.U. del n.87 del 15/04/1999) detta le disposizioni in materia di prelievi e di trapianti d’organo e tessuti.

Il D.M. 8.4.2000 (G.U. del 15.04.2000) è attuativo delle prescrizioni contenute nella Legge succitata con particolare riferimento alle procedure relative alla dichiarazione di volontà dei cittadini sulle donazioni d’organo a scopo di trapianto.

In seguito all’incontro del 17 maggio u.s. tra il Centro Nazionale Trapianti ed il gruppo tecnico della Conferenza Stato-Regioni, delegato alla valutazione del Sistema Informativo dei Trapianti, durante il quale sono state presentate le soluzioni organizzative, tecniche e funzionali del sistema di registrazione della volonta dei cittadini presso la ASL, le aziende ospedaliere ed i medici di famiglia, il progetto presentato dal CNT ha recepito le indicazioni provenienti dalle Regioni.

La riunione con le Regioni del 13.6 u.s. ha rappresentato l’avvio per la costituzione della rete nazionale per la raccolta e registrazione delle dichiarazioni di volotnà presso le AASSLL

Per la realizzazione del progetto è essenziale la collaborazione attiva di codeste aziende le quali hanno attribuite le seguenti funzioni:

  1. individuano ed orgnaizzano l’allestimento dei punti d’accetazione e acquisizione delle dichiarazioni di volontà;
  2. i punti individuati dovranno essere dislocati nel territorio di competenza in modo tale che siano facilmente raggiungibili dai cittadini e tali che l’accesso sia facilitato (si consiglia: dislocazione a piano terra, nei pressi delle entrate principali, segnalati da cartelli e/o percorsi evidenti, assenza di barriere architettoniche, …);
  3. comunicano all’Assessorato alla Sanità il numero e la dislocazione dei punti d’accettazione
  4. individuano gli operatori del servizio d’accettazione e di acquisizione delle dichiarazioni di volontà e ne comunicano i nominativi all’Assessorato alla Sanità;
  5. provvedono a formare gli operatori degli Uffii Relazioni con il Pubblico affinchè siano in grado di fornire ai cittadini tutte le informazioni necessarie alla comprensione delle problematiche legate alla donazione di organi e tessuti e alla moldalità di consegna della dichiarazione di volontà.
  6. Informano la popolazione sulla dislocazione e organizzazione dei punti di accetazione avendo cura di segnalare le possibilità, per il cittadino, di presentare la dichiarazione anche presso altre Aziende USL, presso le Aziende Ospedaliere (allegare l’elenco e la dislocazione dei punti di accettazione con i relativi giorni e orari di acesso al pubblico) e presso gli studi dei medici di medicina generale; l’informazione sui punti di accettazione dell’azienda USL, deve naturalmente, comprendere anche la dislocazione, i giorni e gli orari di accesso al pubblico;
  7. Producono (secondo il fac-simile fornito dal Ministero della sanità e dal CNT i moduli per la rilevazione della dichiarazione di volontà in numero sufficiente da provvedere alla fornitura nei confronti dei Medici di medicina generale e delle Aziende Ospedaliere che insistono sul territorio di competenza della’Azienda ASL)
  8. Organizzano la ricezione delle dichiarazioni di volontà da parte dei Medici di medicina generale e delle Aziende Ospedaliere.
  9. Informano i Medici di medicina generale e le Aziende Ospedaliere sulle modalità organizzative adottate per la distribuzione dei moduli e per la redazione delle dichiarazioni di volontà
  10. Si occupano della gestione delle dichiarazioni di volontà
  11. Gestiscono l’accettazione delel dichiarazioni pervenute direttamente o tramite i Medici di Medicina Generale e le Aziende Ospedaliere o tramite altre A-USL
  12. Acquisiscono nel SIT tutte le dichiarazioni di volontà accettate, relative ai propri assistiti
  13. Spediscono, ove necessario, le "ricevute" ai propri cittadini
  14. Conservano le dichiarazioni di propria competenza
  15. Accettano e spediscono le dichiarazioni di competenza di altre aziende USL

Il Direttore Generale o il responsabile locale della sicurezza consegna agli Operatori del Servizio di accettazione ed acquisizione delle dichiarazioni di volontà le utenza/password inviate dal Ministero della Sanità.

Il responsabile locale della sicurezza assegna le autorizzazioni al trattamento dei dati relativi alla dichiarazione di volontà ed autorizza pèer iscritto l’utilizzo dei personal computer utilizzati per l’accesso alle funzioni del SIT conformemente a quanto previsto dai punti 1,2,3,4,5 dell’art. 5 del DPR 318/1999.

Questo assessorato ha individuato:

Si rimane in attesa di conoscere l’avvenuta predisposizione dei punti di accettazione, facendo presente che l’attivazione dels ervizio, almeno nelle quattro AULS individuate è prevsta per il 3/7/2000 e che questo assessorato ritiene l’argomento di che trattasi della massima importanza e priorità

L’assessore alla sanita

Dr. Salvatore Mazzaracchio