Ai Direttori Generali Aziende UU.SS.LL.

Ai Direttori Generali Aziende Ospedaliere

LORO SEDI

 

Prof. Schena Fr.sco Paolo

Coordinatore CRPRTO

c/o Azienda Ospedaliera Policlinico - Consorziale BARI

 

Ai Coordinatori Locali Aziende UU.SS.LL.

LORO SEDI

 

AI Sig.Presidente Giunta Regionale

SEDE

Circolare regionale 24/19696/423/2 del 19/09/2000

Oggetto: Realizzazione del sistema per la registrazione dalla dichiarazione dì volontà dei cittadini nell'ambito del Sistema Informativo dei Trapianti. Programma organizzativo ed operativo nazionale e regionale.

Si fa seguito alle due precedenti note circolari di questo Assessorato Prot. 24/14296/2 del 28/8/2000 e Prot. 24/15206/2 dell'11/7/2000, concernente l’oggetto, per ribadire quanto segue.

 

Le Aziende UU.SS.LL. sono tenute a:

- prevedere almeno un punto d'accettazione per ogni distretto in cui sono articolate;

designare i relativi operatori da adibire al compito per tutto l'orario di servizio; -acquisire la strumentazione informatica idonea qualora non fosse disponibile;

 

- comunicare a questo Assessorato ed al Prof. Schena, referente presso il Centro Nazionale Trapianti, i nominativi degli operatori, i quali saranno segnalati al Ministero della Sanità per ottenere le parole d'accesso "password" al Sistema Informativo centrale Trapianti di Roma;

- predisporre i moduli per la dichiarazione del consenso secondo i facsimile fornito dal Ministero che ancora una volta si allega (Allegato 7);

- fornire i suddetti moduli ai medici di medicina generale, alle farmacie, ai propri punti di accettazione, alle Aziende Ospedaliere insistenti sul territorio che li acquisiranno per gli Uffici Relazioni con il Pubblico. A tale proposito si ribadisce che le Aziende Ospedaliere non sono autorizzate alla raccolta delle dichiarazioni di volontà.

I percorsi che il cittadino dovrà seguire per consegnare la propria dichiarazione di volontà potranno essere due, Essi sono illustrati nel grafico (Allegato 2);

1) Percorso preferenziale

II cittadino si reca presso il proprio medico di medicina generale; riceve adeguata informazione in merito alle problematiche mediche e giuridiche della donazione e dei trapianto di organi; gli è consegnato il modulo per la dichiarazione di volontà detto modulo dovrà essere restituito o allo stesso medico o alla Azienda USL competente; in ogni caso, l'Azienda USL dovrà far tenere al cittadino (è preferibile tramite posta raccomandata o altro mezzo certo di consegna) la ricevuta dell’avvenuta registrazione della dichiarazione.

2) Percorso alternativo

II cittadino si reca direttamente presso il punto di accettazione dell'AUSL, ritira il modulo per la dichiarazione di volontà, lo riconsegna compilato, ritirando la ricevuta.

Qualora il cittadino si rechi presso un ufficio di accettazione di Azienda non competente, presso un ufficio per le relazioni con il pubblico di AUSL o di Azienda Ospedaliera, sarà invitato a seguire uno dei due precedenti percorsi.

E' necessario che ciascuna Azienda USL o Azienda Ospedaliera possa disporre dell'elenco e dell'esatta dislocazione di tutti i punti di accettazione e registrazione per dare ai cittadini precise informazioni ai riguardo.

Da quanto sopra riassunto, risulta evidente la necessità di una adeguata formazione di tutti i soggetti che parteciperanno al progetto; a tele riguardo questa Assessorato con le precedenti note ha invitato le Aziende UU,SS.LL. ad attivare corsi di formazione obbligatoria.

Si rammenta inoltre la possibilità di provvedere I'eleborazione di un progetto obiettivo destinato ai soggetti incaricati sia dell'informazione sulla dichiarazione di volontà che della realizzazione del sistema di raccolta e registrazione.

In considerazione del fatto che l'organizzazione di che trattasi dovrà essere operativa entro il prossimo mese di ottobre, si invitano le SS.LL.. a voler fornire a questo Assessorato ed al Prof. Schena relazione dettagliata su quanto dovesse essere già stato fatto al riguardo.

Con l'occasione, si allea alla presente, copia delle circolare n.12 del Ministero della Sanità - Ufficio Legislativo - datata 30/8/2000, sulle modalità attuative della L. 1.4.99, n.91, inerente la problematica trattata ed in particolare la portata delle disposizioni transitorie dei relativo art-23.

Si rimane in attesa di ricevere assicurazioni di adempimento.

L’assessore alla Sanità

Dott. Salvatore Mazzaracchio