I medici presentano ricorso al Tar contro la Regione

Clicca qui per ritornare all'Home Page

La Repubblica - cronaca di Bari del 22/12/01

La Cumi, la confederazione unitaria dei medici italiani, è già passato alle vie di fatto contro il piano sanitario regionale. Ieri, mentre il Consiglio regionale discuteva del provvedimento, Piergiorgio Balducci, il legale del sindacato dei medici, ha depositato un ricorso al Tar di Bari. «Quel piano va ritirato o quanto meno modificato perché ci sono vizi di legittimità costituzionale che ledono il diritto alla salute previsto dall'articolo 32 della Costituzione — afferma sicuro Ludovico Abbaticchio, segretario regionale della Cumi — e siamo sicuri che alla fine vinceremo questa battaglia». E sempre ieri, presso l'Ordine dei medici di Bari, poco distante dall'aula del Consiglio regionale, si è costituito un comitato di difesa del diritto alla salute. È una sorta di "santa alleanza" di cui fanno parte i sindacati dei medici (AnaaoAssomed, Fimmg, Cumi, Sumai, Snr, Aipac, Uil medici, Simges), le federazioni delle società medicoscientifiche (Simg, Ass. Cumi, Ampef) e del volontariato (Tribunale dei diritti del malato, Ada, Associazione Stomizzati, Progetto Uomo e Aiecs). Intanto, dal fronte medico, Filippo Anelli, segretario regionale del Fimmg, il sindacato che riunisce i medici di famiglia, considera «un primo passo importante verso la definizione del ruolo del medico di famiglia della Regione Puglia», la riunione del Comitato permanente regionale per la medicina generale. «A quell'incontro — afferma — ci è stato assicurato che la medicina generale non sarà affidata ai privati al di fuori del servizio sanitario regionale».

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 23.12.2001