Un’altra aggressione ai medici di Guardia Medica a Modugno.

 

Un’altra aggressione ai medici di Guardia Medica a Modugno.

Ieri sera i medici in servizio presso la sede della Guardia medica di Modugno hanno subito un’aggressione da parte di un cittadino che si era recato presso la sede di Guardia medica. In servizio erano due medici di cui una dottoressa. Il medico è stato malmenato. Sono intervenute prontamente le Forze dell’ordine, evitando così ulteriori conseguenze.

“Ancora una volta siamo costretti a denunciare gli atti di violenza compiuti nei confronti dei medici di guardia ”, ha affermato il dott. Nicola Calabrese, Segretario Regionale della FIMMG Continuità Assistenziale. “Una professione, quella della Continuità Assistenziale, costretta spesso a supplire alle tante disfunzioni del sistema ed a erogare prestazioni talvolta “improprie” in quanto di competenza di altri settori del Servizio Sanitario Regionale come ad esempio la trascrizione delle prescrizioni farmaceutiche alla dimissione ospedaliera avvenuta senza la relativa compilazione da parte dei medici dipendenti delle relative ricette del Servizio Sanitario Regionale. Sono proprio queste prestazioni improprie che generano incomprensioni e malumori da parte degli utenti in quanto, com’è noto, le prescrizioni farmaceutiche sono soggette a molte limitazioni così come definite dalla normativa vigente”.

Si terrà domani il Comitato Permanente Regionale per la Medicina Generale chiesto dalla FIMMG dopo l’attentato intimidatorio avvenuto domenica alla Guardia medica di Porto Cesareo al quale parteciperà anche l’Assessore alle Politiche della Salute Alberto Tedesco. Nel frattempo la denuncia della FIMMG di questi atti di violenza ha già prodotto i primi risultati. Sia il Commissario Straordinario della  AUSL di Lecce Dott. Rodolfo Rollo che l’avv. Lea Cosentino Commissario straordinario della AUSL di Bari hanno interessato i Questori ed i Prefetti delle rispettive città, chiedendo una intensificazione dei controlli e della sorveglianza delle sedi di Guardia medica. Anche l’Assessore alle Politiche della Salute Alberto Tedesco ha già espresso solidarietà ai medici e alla categoria per questi attentati dichiarando la propria disponibilità ad individuare nel corso della seduta del Comitato prevista per domani le opportune soluzioni.

“Ringraziamo l’Assessore alle Politiche della Salute Alberto Tedesco, nonché il dott. Rollo e l’avv. Cosentino, per il solerte intervento a seguito degli atti di violenza perpetrati nei confronti dei medici della Continuità Assistenziale”, ha affermato il dott. Filippo Anelli, Segretario Generale Regionale della FIMMG Puglia. “Tuttavia, chiediamo che la Regione invii una disposizione alle Aziende Sanitarie della Puglia con le indicazioni dei livelli minimi di sicurezza che devono essere garantiti in tutte le sedi ad iniziare dall’introduzione di sistemi di videosorveglianza, di telecollegamento con le Forze dell’ordine e dall’accorpamento, lì dove possibile, delle sedi di guardia evitando il più possibile di lasciare ancora in funzione postazioni dove il servizio è assicurato da un solo medico per turno”.

Bari, 17 maggio 2007

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008