Il Sole 24 ore 5 Febbraio 2001 (norme e tributi) pagina 14

Direttive Ue

Per diventare medici di famiglia tre anni di ''specializzazione''

Per diventare medici di famiglia tre anni di «specializzazione» 
Serviranno almeno tre anni di studi, dopo la laurea, per indossare il camice di medico di famiglia. È quanto ha deciso l’Unione europea in una direttiva ormai a un passo dall’approvazione definitiva: dopo l’ultimo sì (in terza lettura) del Parlamento di Strasburgo, giovedì scorso, manca solo il via libera del Consiglio dei ministri Ue che dovrebbe arrivare entro febbraio.

Questa nuova normativa sul riconoscimento dei titoli per i lavoratori dell’Unione tocca da vicino una serie di professioni. E va ad impattare soprattutto con quelle della Sanità (infermieri, dentisti, veterinari, ostetriche, farmacisti e medici). Oltre ai corsi post-laurea più lunghi per i “generalisti” (in Italia attualmente durano due anni) la direttiva — che dovrebbe entrare in vigore nel 2003 — introduce anche il principio della formazione permanente dei medici (già varato, nel nostro Paese, con la riforma ter della Sanità) e punta a semplificare il riconoscimento dei titoli di studio per chi si vuole muovere all’interno dell’Unione. Chi ospiterà il professionista non dovrà più prevedere, in maniera sistematica, prove attitudinali e tirocini di adattamento, ma dovrà provvedere ad alleggerire tutte queste misure se non addirittura a sopprimerle.

La direttiva, infine, mette in campo anche due sanatorie su misura per dentisti e farmacisti italiani. Nel primo caso riconosce a livello comunitario i titoli di chi — con una laurea in medicina in tasca — ha seguito “soltanto” il corso di formazione tra il 1980 e il 1984 (la laurea in odontoiatria è nata nel 1985). La seconda sanatoria riguarda i farmacisti italiani che hanno iniziato il loro ciclo di studi universitari prima del 1 novembre 1993 e la cui formazione non è conforme alla direttiva 85/42/Cee. Direttiva che l’Italia ha recepito con tre anni di ritardo (dal 1 novembre 1993 invece che dal 1987).

Mar.B.