Un medico di famiglia nell'unità di crisi regionale anti SARS

Clicca qui per ritornare all'Home Page

La richiesta della Fimmg all'Assessore Mazzaracchio

Oggetto: Unità di crisi per l’emergenza Sars.

In relazione alle iniziative che l’Assessorato alla Sanità ha intrapreso per ridurre il rischio di contagio e di diffusione della malattia Sars, questa organizzazione ritiene doveroso far conoscere alla SV che è stata istituita una rete telematica – composta da medici di medicina generale – con il compito di sorveglianza epidemiologica. La rete Italian Health Shield – gestita dalla FIMMG – mette a disposizione sul sito internet http://www.fimmg.org/sars/index.htm informazioni ai cittadini e consente, inoltre, ai medici interessati di potere usufruire degli ultimi aggiornamenti relativi alla Sars.

La FIMMG, inoltre, sta avviando in collaborazione con le organizzazioni dei cittadini e dei farmacisti una campagna informativa con la distribuzione di materiale informativo sulle regole da seguire per ridurre i rischi di contagio da queste malattie.

Tutte queste iniziative sono a disposizione dell’Autorità Sanitaria Regionale al fine di garantire, nel modo migliore, la tutela della salute dei cittadini pugliesi.

In merito alla costituzione dell’Unità di Crisi Regionale per la Sars, questa organizzazione sindacale ritiene utile che in tale consesso sia prevista la presenza di un medico di famiglia. Infatti, tutte le iniziative di sorveglianza epidemiologica prevedono un ruolo attivo dei medici di famiglia, così come oggi avviene proprio per la sorveglianza dell’influenza.

Pertanto, chiediamo alla S.V. di voler prendere in considerazione l’ipotesi di integrare la composizione dell’Unità di Crisi Regionale per la Sars con un medico di famiglia.

Cordiali saluti.

Bari, 15 maggio 2003

Il Segretario regionale dott. Filippo Anelli

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione