Lettera al Direttore di Repubblica: Il silenzio degli innocenti

 

Al Direttore di “ La Repubblica

di Bari

 

Preg.mo Direttore,

mi preme intervenire sullo scandalo “Farmatruffa” pugliese a seguito dell’intervento del sig. Michele Lopez sul suo giornale.

Non ho alcuna remora a condannare con fermezza ogni tentativo di truffa nella sanità, compreso lo scandalo sopra citato, in quanto – come ho più volte dichiarato – tali comportamenti delinquenziali sottraggono risorse proprio alle persone più deboli della nostra società, che meriterebbero di essere sempre adeguatamente tutelate.

Sulla vicenda “farmatruffa” la FIMMG è intervenuta molte volte condannando in maniera esplicita e senza equivoci i comportamenti di tutti coloro, medici compresi, che avevano operato in maniera disonesta ed illegale. La richiesta, per altro legittima del sig. Lopez, non fa altro che richiamare la nostra posizione in merito a questa vicenda, più volte gia pubblicata sulle pagine del vostro quotidiano, ossia di netta condanna per quanto accaduto.

Cordiali saluti

 

Filippo Anelli

Segretario Regionale FIMMG Puglia


dalla Repubblica suppl. Bari del 7.2.2006: Lettere al Direttore

Medici e farmatruffe - il silenzio degli innocenti.

Michele Lopez

Bari

Stupisce che sul caso della truffa sui farmaci le istituzioni mediche non ritengano opportuno esprimere la loro opinione. In particolare, sorprende che il dottor Anelli, responsabile dei medici di famiglia pugliesi, non ritenga doveroso intervenire su di un argomento cosi doloroso per tutta la categoria; eppure, tanto spazio s'è preso sul vostro quotidiano quando ad essere coinvolto fu lui personalmente per le note vicende che lo videro contro il Presidente dell'Ordine dei Medici. I medici di famiglia, la gran parte, lavora onestamente ogni giorno per tutelare la salute dei cittadini; è sconfortante che chi dovrebbe tutelarne l'immagine si chiuda in un ambiguo silenzio.

 

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008