Caro Peppino,

desideriamo esprimerti, in questo momento particolare della tua vita, tutta la nostra gratitudine, come medici di famiglia della provincia di Bari, per il prezioso lavoro svolto in tutti questi anni al servizio del SSN.

In questi anni abbiamo imparato da te, funzionario dello "Stato", il senso del "servizio": sempre disponibile nei confronti di chiunque si affacciasse alla tua porta; il "senso di responsabilità", per la particolare attenzione, ora più che mai una virtù rara, nei confronti delle associazioni e dei sindacati, per il particolare ruolo svolto da costoro; ed il senso dello "Stato": privilegiare gli interessi generali rispetto a quelli particolari o personali, senza mai cedere alle lusinghe del servilismo per ottenere protagonismo.

Ci sentiamo un po’ orfani, privi di un punto di riferimento, nonostante, talora, le diversità di vedute.

Nel nostro primo incontro con il nuovo Assessore, pochi giorni prima della tua collocazione a riposo, avevamo posto il problema del potenziamento dell’Ufficio Convenzione della Regione Puglia. Con grande discrezione avevamo fatto intendere che tale Ufficio, per la complessità ed il numero dei problemi che deve affrontare, avrebbe bisogno di altri funzionari disponibili a svolgere un ruolo che in altre Regioni ha una grande valenza nell’organizzazione amministrativa dell’Assessorato alla Sanità e a coadiuvare l’attuale responsabile dell’Ufficio.

Abbiamo appreso, in quell’occasione, l’intenzione di creare una Agenzia per la Sanità, nel momento in cui la struttura amministrativa dell’Assessorato non fosse in grado di garantire un efficiente servizio.

Siamo fiduciosi che la tua grande esperienza in questo particolare settore non vada dispersa.

In ogni caso siamo certi che tutta la tua vita sarà a servizio di coloro che la Provvidenza vorrà indicare, nella comune convinzione che "il frutto delle opere buone è glorioso e imperitura la radice della saggezza" (Sap.3,15).

Ancora una volta grazie!

Bari 9/8/00

Il Segretario Provinciale

Dott. Filippo Anelli