Ecco cosa chiedono i medici di famiglia

Lettera al Direttore della Gazzetta del Mezzogiorno

Caro Direttore,  

ho letto con attenzione la lettera di Lorenzo Quattrocchi pubblicata sul suo giornale martedì 27 luglio 2004. Il giudizio sui Medici di Famiglia per il 75% degli italiani, secondo i dati ISTAT, è largamente positivo. Tuttavia le questioni poste dal sig. Quattrocchi sono reali e meritano sicuramente una risposta. Innanzitutto va osservato che l’assistenza territoriale sinora è stata garantita ai cittadini italiani prevalentemente dai Medici di famiglia. Lo Stato ha sinora investito nell’Assistenza Ospedaliera la maggior parte delle risorse del Fondo sanitario nazionale. Oggi, a causa di numerose prestazioni ospedaliere inappropriate (Indagine PRUO), si è compreso che dovrebbe essere potenziata la medicina territoriale e quindi i servizi da offrire ai cittadini a domicilio. La tenuta del Sistema sanitario, nonostante l’evidente squilibrio finanziario, è stata garantita sinora proprio dai Medici di famiglia che si sono fatti carico dei compiti aggiuntivi rispetto a quelli previsti dalla loro Convenzione. Oggi, dopo quattro anni, i medici chiedono di riscrivere la Convenzione , nel senso di prevedere nuovi servizi territoriali e quindi potenziare le cure domiciliari. Se il rinnovo della Convenzione fosse un semplice adeguamento rispetto alle variazione del costo della vita, credo che il Governo avrebbe facilmente chiuso da tempo la trattativa. La FIMMG si schiera dalla parte dei cittadini nel momento in cui bisogna segnalare quei medici che contravvengono alle disposizioni previste dalla Convenzione. Infatti, il contratto di lavoro prevede la gratuità della visita domiciliare e vieta la remunerazione di prestazioni incluse nella convenzione. Circa la nuova regolamentazione dei convegni, siamo favorevoli alle nuove norme introdotte che vietano i mini Meeting e rilanciano la funzione delle regioni nella formazione continua dei medici.

Bari, 27 luglio 2004  

Dott. Filippo Anelli   Segretario regionale FIMMG Puglia

 

 

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008