Il Presidente Fitto incontra i Medici di Famiglia

Nella giornata nazionale di sciopero

 

I MEDICI DI FAMIGLIA CHIEDONO L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE FITTO PER UNA SANITA’ FORTEMENTE SOLIDALE. 

Nel giorno dello sciopero dei Medici di famiglia, il Presidente della Regione, Raffaele Fitto ha confermato alla Segreteria regionale della FIMMG che con una lettera aperta al Presidente aveva chiesto di incontrarlo- l’impegno della Regione in favore di una sanità efficiente, al servizio dei cittadini e, dunque, del territorio. Una sanità che curi e  mantenga sani indipendentemente dai confini del territorio di residenza.

Tutti elementi che, accanto alla necessità di  procedere al rinnovo del contratto nazionale di lavoro per i Medici di Fiducia- l’ultimo è scaduto ormai da 4 anni-, costituiscono proprio i motivi che hanno condotto i Medici di Famiglia allo sciopero odierno.

I Medici hanno chiesto al Presidente di  spendere l’autorevolezza di cui oggi la Regione Puglia dispone in sede nazionale per interrompere la spirale di un “federalismo esasperato” che, in tema  salute non fa che “ aumentare il gap  tra Regioni del Nord e Regioni del Sud”.

Una linea che la Regione Puglia ha già intrapreso, come ha sottolineato il Presidente Fitto, votando contro- unica Regione del Sud- i provvedimenti attuativi del decreto legislativo 56.

I Medici di Famiglia della FIMMG, apprezzando le scelte compiute dalla Regione con  il Piano Sanitario Regionale ed il conseguente Riordino Ospedaliero, hanno  evidenziato la necessità che il nuovo modello organizzativo della sanità pugliese  sia  saldamente ancorato alle esigenze del territorio: un salto di qualità  che necessita di un nuovo modello culturale per  la cui realizzazione i Medici della FIMMG si sentono fortemente impegnati. La stessa rivendicazione contrattuale, hanno rilevato di Medici di Fiducia, al di là della parte economica, rappresenta un’ulteriore occasione per offrire ai cittadini servizi efficaci.

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008