Dichiarazione volontà cittadini per donazioni organo per trapianti: circolare regionale
(dal sito web: www.tuttosanita.it)

Le Aziende sanitarie pugliesi devono attivarsi per la realizzazione degli adempimenti connessi alla costituzione della rete nazionale per la raccolta e registrazione dei dichiarazioni di volontà dei cittadini sulle donazioni di organo a scopo di trapianto. L’Assessore alla Sanità della Regione Puglia, dr. Salvatore Mazzaracchio, ha diramato al riguardo una specifica circolare ai Direttori Generali delle Aziende USL e Ospedaliere, che si raccorda con l’incontro tenutosi recentemente a Roma, tra il Centro Nazionale Trapianti e il Gruppo Tecnico della Conferenza Stato Regioni delegato alla valutazione del Sistema Informativo dei Trapianti. In particolare le Aziende sanitarie pugliesi devono provvedere all’allestimento dei punti di accettazione (che devono essere facilmente raggiungibili da parte degli utenti) e all’acquisizione in rete telematica delle dichiarazioni di volontà; a formare gli operatori degli Uffici Relazioni con il Pubblico per metterli nelle condizioni di fornire ai cittadini tutte le informazioni necessarie; a garantire la fornitura, unitamente alla relativa gestione, dei moduli per la rilevazione e dichiarazione di volontà presso i medici di Medicina generale e delle Aziende Ospedaliere che fanno riferimento al territorio di competenza dell’Azienda USL. La circolare dell’Assessore Mazzaracchio individua, inoltre, il prof. Francesco Paolo Schena, Coordinatore del Centro regionale di riferimento per i trapianti, quale referente regionale per la rete informatizzata del progetto in questione; le AUSL BA/1 Andria, FG/3 Foggia, LE/1 Lecce e TA/1 Taranto come Aziende sanitarie di riferimento, alle quali è stato assegnato il compito di supportare le altre AUSL della regione nella fase di avviamento e i coordinatori locali per i trapianti (L.R. n. 16.1998) quali referenti per ogni Azienda USL. I Direttori Generali devono comunicare all’Assessorato regionale alla Sanità l’avvenuta predisposizione dei punti di accettazione mentre, per quel che riguarda la BA/1, la FG/3, la LE/1 e la TA/1 è prevista l’attivazione immediata del servizio.
(3 luglio 2000)