CONTENIMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA: NIENTE ACCORDI CON L'ASSESSORATO SE PRIMA NON SI MANTENGONO GLI IMPEGNI 

Comunicato Stampa Fimmg - Snami Regionale del 28.2.2001

Apprendiamo dalla gazzetta del mezzogiorno, edizione odierna (pag. 8) che l'assessore regionale alla sanitÓ Salvatore Mazzaracchio, nel pomeriggio del 27.2.2001 avrebbe concordato con i direttori generali delle AUSL e con alcuni sindacati di categoria, nuove misure tra le quali il budget di distretto, con premi ai medici che riescono a contenere la spesa nei limiti previsti.

FIMMG e SNAMI in data 26 febbraio 2001 hanno inviato all'Assessore Mazzaracchio il seguente telegramma inviato via Telefax: "Avendo ricevuto convocazione per la riunione del 27 c.m. avente all'oggetto spesa farmaceutica, desideriamo rammentare all'Assessore Regionale SanitÓ, Suo impegno formale di risolvere tempestivamente et prioritariamente tutte pregresse inadempienze convenzionali di natura economica." Pertanto pregasi riformulare nuovo O.d.G. nel senso anzidetto per riunione da tenersi in altra data."

Ribadiamo, quindi che le sigle sindacali maggiormente rappresentative della Medicina Generale in ambito nazionale nonchŔ firmatarie degli specifici accordi collettivi, non hanno partecipato alla riunione  che, conseguentemente non e' valida agli effetti giuridici e, come tale, non deve ritenersi vincolante per la categoria.

Inoltre SNAMI e FIMMG hanno sempre ribadito che il medico di Medicina Generale, come ogni altro medico non pu˛ essere premiato nel momento in cui si impegna intellettualmente a contenere la spesa nei limiti previsti dalla Parte Pubblica, ma nel momento in cui esercita la sua professione  con scienza e coscienza tutelando, senza particolari vincoli burocratici la salute dei cittadini.

Stigmatizziamo pertanto l'operato del neo-assessore regionale il quale ritiene di potersi servire dei Medici per raggiungere obiettivi economici piuttosto che di benessere soprattutto a fronte di una ovvia dilatazione della spesa sanitaria scaturita dall'abolizione dei ticket e da una inflazione crescente che aumenta il costo dei servizi.

Inoltre, i Medici, non possono stipulare alcun accordo con l'Assessore se, prima di tutto, gli impegni di natura economica assunti all'inizio del corrente mese, allorquando garantý la corresponsione di tutti gli emolumenti che gli aventi diritto aspettano sin dal 1995 (compenso aggiuntivo e quote aggiuntive professionali previste dal DPR 484/96, [vecchio accordo collettivo]) nonchŔ gli arretrati ed adeguamenti al nuovo Accordo reso esecutivo con DPR 270/2000) e se non vengono attivati uniformemente su tutto il territorio regionale gli istituti normativi ed assistenziali che hanno una benefica ricaduta sulla salute e sulle risorse della comunitÓ locale.

 

FIMMG: il Segretario Regionale SNAMI: Il Presidente Regionale
Dott. Luigi Pepe Dott. Antonio Chiodo
Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08