MEDICI DI FAMIGLIA A CONGRESSO

Clicca qui per ritornare all'Home Page

COMUNICATO STAMPA

Si svolgerà domani, sabato 20 aprile dalle ore 9.00, il 4°Congresso provinciale della FIMMG, presso Tenuta Cocevola ad Andria.

Il tema quest’anno è "Federalismo e Diritto alla salute – Il Contratto Regionale della Medicina Generale quale strumento per realizzare l’assistenza territoriale in attuazione del Piano Sanitario Regionale".

Le ultime decisioni del Governo Nazionale e le determinazioni della Giunta Regionale pugliese stanno cambiando il volto del Servizio Sanitario pubblico. I Medici di Famiglia sono preoccupati che il secondo Servizio Sanitario del mondo sia snaturato da provvedimenti che riducono le prestazioni del Servizio Sanitario Nazionale e introducono elementi di instabilità, come la presenza dei privati nella gestione degli Istituti di Ricerca Italiani. In questo senso i Medici di Famiglia pugliesi aderiscono al Comitato Nazionale di Sostegno e Rilancio del Servizio Sanitario Nazionale. Accanto alle preoccupazioni i Medici di Famiglia giudicano con interesse molte delle decisioni assunte con il Piano Sanitario Regionale e Nazionale.

" Vogliamo disegnare insieme con la Regione una nuova figura del Medico di Famiglia in Puglia", ha affermato il dott. Filippo Anelli, segretario regionale della FIMMG. " Un Medico di Famiglia che eroghi più servizi ai cittadini, utilizzi con maggiore frequenza gli strumenti informatici, sia più preparato e adotti un nuovo modello di lavoro basato sul lavoro in comune con gli altri Medici di Famiglia.

Per realizzare queste proposte è necessario sottoscrivere in tempi brevi un nuovo Accordo Regionale per la Medicina Generale. Un Accordo che consenta di:

  • offrire maggiore disponibilità di apertura degli ambulatori attraverso il coordinamento dei vari studi collegati tra loro con una rete telematica;

  • la compilazione di una cartella clinica informatizzata che contenga tutte le informazioni del cittadino e che possa essere utilizzata dall’utente in qualsiasi parte del mondo;

  • il collegamento con i CUP informatici per la riduzione delle liste d’attesa;

  • la compilazione di una ricetta medica "virtuale" che l’utente potrà "spedire" in qualsiasi farmacia italiana;

  • la possibilità di realizzare ambulatori virtuali attraverso il collegamento con la rete internet;

  • la possibilità di consentire allo specialista di visitare direttamente in uno degli studi dei Medici di Famiglia associati, venendo incontro così alle esigenze dei cittadini abbattendo drasticamente i tempi di attesa;

  • una diversa organizzazione del Servizio di Continuata Assistenziale per offrire ai cittadini una risposta concreta alle urgenze, specie per i soggetti in ospedalizzazione domiciliare (A.D.I.);

  • l’utilizzo di tecniche di telemedicina (elettrocardiogramma, spirometria telematica) e teleconsulto con lo specialista.

 

I Medici di Famiglia sono consapevoli della necessità di razionalizzare il servizio e ottenere così un concreto risparmio della spesa sanitaria. Questo obiettivo non può essere raggiunto con la messa in discussione del diritto alla salute dei cittadini. Per questa ragione i Medici di Famiglia sono pronti ad avviare un progetto sull’appropriatezza prescrittiva che consenta ai cittadini di ottenere le garanzie della massima efficacia delle cure e alla Regione il dovuto risparmio.

All’incontro interverranno: il dott. Mario Falconi - Segretario Nazionale della FIMMG, i Segretari regionale FIMMG della Lombardia e della Basilicata - dott. Fiorenzo Corti e dott. Carmine Scavone, gli Assessori regionali alla sanità e al bilancio - dott. Salvatore Mazzaracchio e dott. Rocco Palese, il Coordinatore dell’Assessorato alla sanità - dott. Carlo Di Cillo, il Direttore dell’ARES - dott. Mario Morlacco, la Responsabile dell’Ufficio convenzione della Regione Puglia - la dott.sa Rosalba Cavallo e il Presidente regionale del Tribunale Diritti del Malato - dott. Antonio D’Angelo.

Bari,19 aprile 2002

 

Il Segretario Regionale FIMMG

Dott. Filippo Anelli

 

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08