Avviata in Puglia la trattativa regionale per il rinnovo dell’Accordo integrativo per la medicina generale

Clicca qui per ritornare all'Home Page

Comunicato Stampa

Avviata in Puglia la trattativa regionale per il rinnovo dell’Accordo integrativo per la medicina generale. La FIMMG e le Organizzazioni sindacali hanno presentato nel comitato  regionale permanente per la medicina generale la bozza contrattuale. La proposta dei sindacati prevede:

·                    L’allargamento della possibilità di aderire alle diverse forme di associazionismo, lo sviluppo delle equipe territoriali, la facilitazione delle collaborazioni degli studi medici, per aumentare l’efficienza ed economicità della risposta, attraverso la messa a regime di una effettiva rete e una più compiuta strutturazione organizzativa. Gli ambulatori per patologia e la possibilità di erogare negli ambulatori dei medici di famiglia la medicina specialistica, rappresentano due possibilità innovative di organizzazione complessa che va incontro alle esigenze del cittadino;

·                    L’incentivazione di alcune specifiche prestazioni aggiuntive (apertura studi medici fino alle 20; disponibilità telefonica) per aumentare l’accessibilità e la fruibilità del medico di medicina generale al fine di diminuire il ricorso a regimi assistenziali impropri rispetto al bisogno (es. ricorso al P.S. per problemi non gravi e non urgenti) ed il potenziamento dell’informatizzazione, sia come servizio al cittadino (scheda individuale computerizzata) che come strumento per facilitare l’accesso al SSR (liste d’attesa e CUP telematico) ;

·                    L’istituzione di un Osservatorio sull’appropriatezza delle prestazioni in medicina generale, che dovrà tradurre in linee operative obiettivi – metodologie e strumenti di valutazione dell’appropriatezza (linee guida e percorsi diagnostico-terapeutici) e monitorarne l’applicazione sul campo (progetto elaborazione dati telematici su prescrizioni e sue correlazioni con i problemi clinici), e la costituzione dell’Ufficio di Coordinamento distrettuale per la programmazione sanitaria e la verifica dell’appropriatezza prescrittiva;

·                    L’informatizzazione del MMG quale strumento che consenta ai cittadini di ricevere servizi in tempo reale (collegamento ad un CUP, cartella clinica telematica, ricetta virtuale) ed al medico di interagire con il servizio informativo regionale (cruscotto telematico) sia accedendo alle informazioni relative all’anagrafe dei suoi assistiti che all’andamento della sua attività prescrittiva (farmacologica e di diagnostica), oltre alla possibilità di fornire dati direttamente al sistema (prescrittivi, PPIP o ADI, sorveglianza epidemiologica, farmacovigilanza);

·                    Il potenziamento della formazione in medicina generale per favorire da una parte l’aggiornamento professionale e dall’altro l’adesione all’utilizzazione di nuove strategie di intervento mirate alla integrazione interdisciplinare e interprofessionale (es. profili di assistenza) per garantire una sempre maggiore continuità assistenziale ai pazienti.

Una trattativa  a tappe forzate che cercherà di rispettare i tempi che l’assessore alla sanità e le organizzazioni sindacali si erano dati: firmare l’accordo entro il 31/12/2002.

 

Bari, 22 novembre 2002

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione