Solidarietà ai medici specializzandi 

Clicca qui per ritornare all'Home Page

Comunicato stampa

La FIMMG esprime solidarietà ai medici specializzandi in stato d’agitazione.

Una vicenda “quella degli specializzandi”, afferma il dott. Filippo Anelli, segretario regionale della FIMMG, “che coinvolge i medici specializzandi non solo sul piano della retribuzione ma principalmente su quello della dignità professionale”. Infatti, l’attuazione della direttiva europea in materia di formazione, recepita con Legge 368 del 1999, non è stata completamente applicata.

Molti medici oggi vedono venir meno tutte quelle garanzie che una legge dello Stato dovrebbe prevedere a coloro che affrontano un percorso formativo della durata di 4-5 anni.

“I medici specializzandi devono essere maggiormente tutelati”, continua il dott. Anelli, “proprio in quanto medici”. Accanto all’attività formativa, infatti, spesso i medici specializzandi sono chiamati a supplire a carenze strutturali, anche nell’Assistenza sanitaria. Il venir meno di un’adeguata retribuzione e di quelle garanzie di cui godono tutti i lavoratori (non vi è alcuna tutela neanche per la gravidanza), costituisce il punto centrale di tutta la vertenza. “Abbiamo apprezzato l’intervento del presidente nazionale della FNOMCEO, dott. Giuseppe Del Barone, che ha ripreso con forza queste tematiche chiedendo un intervento del Governo” -ha proseguito il dott. Anelli. “Ci saremmo aspettati anche a Bari un intervento dell’Ordine dei Medici, proprio sulle questioni relative alla tutela della professione”. La FIMMG invita il Governo regionale a sostenere le rivendicazioni dei medici specializzandi e dei medici impegnati nella formazione della medicina generale. La qualità della formazione, infatti, dovrebbe costituire un interesse generale in quanto saranno proprio questi medici a rappresentare il futuro del nostro Servizio Sanitario Regionale.

Bari, 20 novembre 2002

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione