La FIMMG chiede a Tedesco una proroga per le esenzioni ticket

Comunicato Stampa

La FIMMG chiede a Tedesco una proroga per le esenzioni ticket

Il 31 dicembre terminerà la fase transitoria per attestare il diritto all’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche e per l’assistenza farmaceutica per tutti coloro che rientrano nelle fasce di reddito stabilite dalla Giunta Regionale.

Dal primo gennaio 2009 i cittadini pugliesi per ottenere tale beneficio dovranno essere muniti di apposito attestato, rilasciato dal competente distretto sanitario, che certifichi tale diritto. Infatti, non sarà più possibile a partire da quella data firmare sulla ricetta e autocertificare la propria condizione per evitare il pagamento del ticket per le prestazioni specialistiche. Il nuovo regime, infatti, affida tale compito al medico prescrittore che, sulla base dell’attestato rilasciato al cittadino dal distretto, inserisce sulla ricetta il codice regionale che dà diritto all’esenzione.

Anche per l’assistenza farmaceutica dal primo gennaio entra in vigore il nuovo regime che prevede l’utilizzo esclusivo dei nuovi codici, rilasciati sulla base delle nuove fasce di reddito stabilite dalla Regione. Ciò determinerà che le precedenti attestazioni di esenzione rilasciate sulla base della pregressa normativa non saranno più valide e conseguentemente i cittadini che non avranno ottenuto i nuovi codici dovranno pagare il ticket sui farmaci.

Con Delibera n. 1501 del 1.08.2008 la Regione Puglia ha ampliato le fasce di reddito per ottenere l’esenzione ticket per l’assistenza farmaceutica, portando il limite per l’esenzione totale da €. 22.000 a €. 29.000 e per l’esenzione parziale da €. 27.000 a €. 34.000, mentre per i pensionati il limite per l’esenzione parziale è stato elevato da €. 32.000 a €. 39.000. Poichè il calcolo per ottenere l’esenzione riguarda l’intero nucleo familiare, la Regione ha stabilito che per “nucleo familiare” si intende quello rilevante a fini fiscali e non anagrafici, consentendo così ad un gran numero di cittadini di ottenere il diritto all’esenzione.

Per nucleo familiare deve intendersi quello rilevante a fini fiscali (e non anagrafici). Compongono il nucleo, le persone per le quali spettano le detrazioni per carichi di famiglia (familiari a carico). La composizione è quella risultante al 31 dicembre dell'anno precedente, nel rispetto delle leggi finanziarie e fiscali vigenti al momento. I familiari a carico sono: Il coniuge non legalmente ed effettivamente separato, i figli senza limiti di età (con un reddito non superiore a 2.840,51 €), i figli permanentemente inabili al lavoro e i familiari conviventi, compresi i maggiorenni per i quali l’interessato gode di detrazioni fiscali.

“Abbiamo apprezzato questo provvedimento in quanto consente nella nostra Regione una maggiore equità nell’accesso alle prestazioni sanitarie. Ciò ha determinato positivamente un allargamento della fascia di popolazione che ha diritto all’esenzione”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli, Segretario Regionale della FIMMG Puglia. “L’imminenza della scadenza del regime transitorio e l’avvicinarsi delle festività natalizie, fanno presumere che molti cittadini pugliesi pur in possesso dei requisiti previsti dalla Legge non riusciranno ad ottenere entro la fine dell’anno l’attestato di esenzione. Poiché trattasi delle fasce più deboli di popolazione sarebbe opportuno che fosse presa in considerazione l’ipotesi di prorogare il regime transitorio al fine di consentire uno snellimento delle code per la richiesta degli attestati di esenzione, evitando così all’inizio del nuovo che questi cittadini paghino il ticket”.

Bari, 02 dicembre 2008

 

 

Fimmg Puglia:  in rete dal 02/12/2008