Fimmg: dipendenza per TUTTI i medici del 118

Comunicato stampa

Fimmg: dipendenza per TUTTI i medici del 118

Nessun accordo sino a quanto il Governo Regionale non avrà dato risposte chiare e univoche sul passaggio alla dipendenza dei medici del 118.  Questa la conclusione del Consiglio Regionale Generale della Fimmg Puglia che si è riunito oggi presso la sede di Via Santi Cirillo e Metodio di Bari.

“I medici del 118 pugliesi chiedono chiarezza al Governo Regionale sul tema della riorganizzazione del servizio di emergenza territoriale”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale generale della Fimmg. “Chiedono maggiore attenzione, maggiori tutele previdenziali e assistenziali, migliori condizioni ambientali e organizzative, idonei livelli retributivi e soprattutto di conoscere il proprio futuro: vi è in Puglia la volontà  politica di portare alla dipendenza tutti i 387 medici in servizio oggi nel 118? ”.

Per questo motivo la Fimmg ha deciso di bloccare la trattativa per la definizione di un accordo regionale per il 118, riservato esclusivamente al personale convenzionato.

“Non si può contestualmente trattare per la stipula di un accordo regionale che riguarda il personale medico convenzionato attualmente in servizio nel 118 e contestualmente chiedere la dipendenza per lo stesso personale sanitario”, ha continuato il dott. Anelli. “Non è serio e corretto nei confronti dei colleghi. Per questo chiediamo preliminarmente alla trattativa di sciogliere il nodo del passaggio alla dipendenza”.

Una possibilità, quello del passaggio alla dipendenza, che dovrà essere assicurata a tutti i medici tuttora in servizio nel 118.

“Siamo pronti a dichiarare lo stato di agitazione dei medici del 118 con il sostegno di tutto il settore della medicina generale: medici di famiglia, medici della continuità assistenziale e medici dei servizi”, ha aggiunto il dott. Anelli, “se la Regione Puglia, non darà risposte adeguate circa le questioni sinora poste”.

La Fimmg non accetterà mai una riduzione dell’organico dei medici del 118 a 200 unità, come contropartita per il passaggio alla dipendenza.

“Sarà la Segreteria Regionale della Fimmg a definire le varie forme di lotta sindacale, come da mandato del Consiglio Regionale della Fimmg. Al momento”, ha precisato il dott. Anelli, “vista l’incertezza della trattativa, non è possibile escludere a breve uno sciopero del settore”.

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008