Tamiflu: nessuna corsa in farmacia.

Comunicato Stampa

Tamiflu: nessuna corsa in farmacia.

 L’uso dei farmaci antivirali nel trattamento dell’influenza aviaria è codificato da norme emanate dal Ministero della Salute, richiamate nel piano per la pandemia adottato dall’Unità di Crisi Regionale per l’influenza aviaria. I farmaci antivirali appartengono a due diverse classi: gli inibitori della M2, Amantadina e Rimantadina, attivi nei confronti dei virus influenzali di tipo A; gli inibitori delle Neuraminidasi, Oseltamidir (Tamiflu) e Zanamidir (Relenza) attivi nei confronti sia nel virus di tipo A che di tipo B.

Gli antivirali bloccano la replicazione del virus nell’organismo riducendo da un lato la quantità di virus che può diffondersi e dall’altro la gravità e la durata dei sintomi.

Raccomandazioni:

1.       gli antivirali sono indicati per la profilassi delle persone che hanno avuto un contatto stretto con un caso di influenza e che pertanto sono ad elevato rischio di contagio.

2.       Il farmaco deve essere usato massimo entro 48 ore dall’esposizione al contagio. La somministrazione dopo le 48 ore dall’esposizione è inefficace.

3.       Un uso prolungato dei farmaci antivirali può determinare tossicità con gravi effetti collaterali.

4.       Gli antivirali non sono in grado di ridurre, in caso di pandemia, i casi di influenza.

5.        Gli antivirali non riducono il rischio di infettarsi ma possono mitigare la gravità e ridurre il rischio di complicanze.

Per queste ragioni i farmaci antivirali devono essere usati su specifica prescrizione medica e nell’ambito delle indicazioni previste dal piano per la pandemia influenzale. Le farmacie non sono autorizzate a dispensare autonomamente il farmaco. I medici, nella prescrizione, devono attenersi strettamente alle linee guida regionali.

Bari, 17 febbraio 2006

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008