Le cure domiciliari: un diritto negato in Puglia. 

 

Le cure domiciliari: un diritto negato in Puglia.

La FIMMG verso lo stato di agitazione.

E’ stata convocata dal Segretario Regionale dott. Filippo Anelli l’assemblea generale regionale della FIMMG Puglia sabato 28 gennaio 2006 alle ore 10.00 c/o il Vittoria Park Hotel di Palese – Bari.

I Quadri dirigenti del sindacato sono chiamati a discutere delle politiche territoriali in Puglia, tuttora fortemente carenti nella nostra Regione.

“Abbiamo deciso di avviare un approfondito dibattito sulla programmazione sanitaria nella nostra regione dopo otto mesi di Governo della Giunta Vendola. La discussione sulle carenze relative all’assistenza territoriale ed in particolare in merito al diritto di essere curati a casa rappresenta un modo per stimolare la Giunta regionale sulla strada del riconoscimento di diritti fondamentali ai cittadini pugliesi ”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli.

Con l’attuazione del piano di riordino ospedaliero voluto dall’allora Presidente Fitto, una parte consistente degli oneri relativi all’assistenza domiciliare sono ricaduti direttamente sui cittadini. Con l’avvio del Governo Vendola, la Giunta Regionale ha approvato il DIEF (documento di programmazione economico finanziaria)con il quale ha stabilito che il Fondo sanitario regionale, pari a €. 4.481.945.237 sarà ripartito, per la prima volta in Puglia, per il 48,4% all’assistenza territoriale, mentre all’assistenza ospedaliera è stato destinato il 47,2% del fondo. Per la prima volta in Puglia le risorse destinate all’assistenza territoriale superano quelle relative all’assistenza ospedaliera. Il rischio è che questa operazione risulti solo una mera manovra contabile, senza effetti sulla assistenza ai cittadini. Di qui la necessità di comprendere come la giunta regionale e l’assessore alle politiche della Salute Alberto Tedesco intendano investire in servizi le nuove risorse così individuate.

All’assemblea sono stati invitati l’Assessore alle politiche della salute Alberto Tedesco e il Direttore Sanitario dell’ARES dott. Vincenzo Pomo, dai quali i medici di famiglia pugliesi aspettano concrete risposte.

Nel corso dell’assemblea la segreteria regionale della FIMMG presenterà all’Assessore le proposte operative per avviare l’assistenza sanitaria sul territorio e garantire così il diritto alle cure domiciliari.

Bari, 27 gennaio 2006

 

Home

Utenti on line:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008