118: una soluzione per i medici precari.

 

Comunicato Stampa

 118: una soluzione per i medici precari.

 Dopo l’accordo sul 118 raggiunto tra le Organizzazioni Sindacali e l’Assessore alle Politiche della Salute Alberto Tedesco che ha regolamentato l’orario di servizio dei medici, rendendolo omogeneo su tutto il territorio regionale e adeguandolo ai livelli minimi delle retribuzioni medie nazionali, la FIMMG chiede di discutere l’organizzazione del servizio del 118 nel corso della trattativa per il rinnovo del Contratto Regionale. 

Alla presenza dell’Assessore Regionale Alberto Tedesco lunedì 28 novembre si è formalmente avviata la trattativa per il rinnovo contrattuale. Uno dei temi che le Organizzazioni Sindacali hanno chiesto di discutere è quello relativo alla riorganizzazione del 118.

 Numerose sono le problematiche da affrontare:

-     ridefinire le sedi e i punti di emergenza,

-     colmare i vuoti in organico del personale infermieristico,

-     definire il ruolo dei punti di primo soccorso,

-     avviare corsi di formazione per i medici che intendono operare nel 118,

-     eliminare il lavoro precario dei medici integrandoli a pieno titolo nel servizio.

Tra le urgenze vi sono senz’altro questi due ultimi due punti. Infatti, la carenza del personale medico ha indotto molti Direttori Generali ad affidare il servizio a medici incaricati, creando di fatto delle situazioni di lavoro precario.

“Abbiamo la necessità di dare delle risposte precise alle esigenze dei tanti medici che oggi, pur in maniera precaria, garantiscono in maniera efficiente il servizio del 118” , ha affermato il dott. Filippo Anelli Segretario Regionale della FIMMG Puglia. “ La FIMMG si è sempre battuta per risolvere i problemi legati al lavoro precario per dare certezza d’impiego e consentire a tutti gli addetti di svolgere con serenità la propria professione”.

Il Comitato Permanente della Medicina Generale ha in più sedute invitato la Regione Puglia a dare disposizioni alle ASL per avviare corsi di formazione specifica per l’acquisizione del titolo di medico dell’Emergenza Territoriale.

“Invitiamo l’Assessore Tedesco a farsi promotore di questa iniziativa che costituisce il presupposto per risolvere il problema dei medici precari”, ha dichiarato il dott. Vito De Robertis Lombardi, Segretario Provinciale FIMMG Bari. “ La FIMMG ritiene la soluzione di tali problemi tra le priorità della sua azione sindacale”.

“Con il nuovo Accordo Integrativo Regionale”, ha dichiarato il dott. Antonio Distaso Segretario Regionale FIMMG Settore Emergenza Territoriale 118, “daremo ai medici del 118 pugliese pari dignità economica e professionale portando così tale servizio tra le realtà più avanzate in Italia”.

Bari, 2 dicembre 2005

 

Home

  Utenti in linea:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008