I Medici FIMMG: no ad un distretto sanitario burocratizzato ed amministrativo.

 

I Medici FIMMG: no ad un distretto sanitario burocratizzato ed amministrativo.

La 3° Commissione Consiliare della Regione Puglia ha deciso di unificare le proposte di Legge dei Consiglieri Regionali Mineo e Costantino da una parte, Borraccino e De Santis dall’altra sulla nomina del Direttore del Distretto socio-sanitario.

La gestione del Distretto socio-sanitario è stata finora caratterizzata solo ed esclusivamente da una visione burocratica ed amministrativa slegata da qualsiasi obiettivo di salute. Il Dirigente di Distretto ha attualmente solo il compito di coordinare gli aspetti organizzativi dei vari servizi offerti dal Distretto. Non sono mai stati fissati obiettivi di salute da raggiungere da parte del personale sanitario che svolge la propria attività nel Distretto. Obiettivi che dovrebbero rispondere alle esigenze di salute della popolazione locale elaborate e raccolte in un piano di attività alla cui stesura dovrebbero partecipare i Sindaci dei territori interessati.

“Vorremmo augurare buon lavoro a questa sottocommissione, costituita dai quattro proponenti che dovrà presentare alla 3° Commissione Consiliare una proposta organica su tale tematica”, ha affermato il dott. Filippo Anelli, Segretario Regionale della FIMMG Puglia. “Una proposta che deve riguardare l’intera organizzazione del Distretto e non già solo la modifica del ruolo del Dirigente di Distretto”.

La proposta di Legge così come finora presentata rischia invece, di ratificare questa visione burocratica del Distretto e la sua organizzazione prevalentemente amministrativa. Se tale visione fosse condivisa dai Consiglieri che propongono la modifica della Legge allora coerentemente sarebbe corretto proporre di affidare la direzione del Distretto anche ad un Dirigente amministrativo.  “Siamo nettamente contrari a questa ipotesi che, privilegiando gli aspetti burocratici ed amministrativi, rischia di compromettere ed ostacolare le politiche regionali in termini di Assistenza Domiciliare volute dalla Giunta Vendola e finanziate dal DIEF 2005” , ha affermato il dott. Vito De Robertis Lombardi, Segretario Provinciale della FIMMG Bari.

“Un tale progetto comprometterebbe, inoltre, lo sviluppo delle cure territoriali sul Territorio in quanto prigioniere di una logica ragionieristica”, ha ribadito dal canto suo il dott. Salvatore Onorati, Segretario Provinciale di Foggia.

Infine, la concertazione tra le parti sociali e le organizzazioni di categoria non può essere confusa con la semplice consultazione. “Concertazione significa faticosa ricerca di soluzioni condivise senza alcuna forma di prevaricazione”, ha affermato il dott. Ignazio Aprile, Segretario Provinciale di Taranto. “Al Governo Regionale e al Presidente Marino chiediamo uno sforzo per ricercare un consenso unitario sulle proposte all’esame della Terza Commissione”.

 

Bari, 28/10/2005

 

Home

  Utenti in linea:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008