Ordine dei medici: un voto per  innovare!

 

Ordine dei medici: un voto per  innovare!

Si vota domenica, lunedì e martedì dalle ore 8,00 alle ore 20,00.  

E’ aperto da domani e sino a martedì 6 settembre dalle ore 8,00 alle ore 20,00, il seggio elettorale per il rinnovo del Consiglio direttivo dell’Ordine dei Medici di Bari presso la sede provinciale in Via Capruzzi, n.184.

“Invitiamo tutti i medici iscritti all’Ordine di Bari a recarsi presso la sede per esercitare il diritto di voto e soprattutto per dare un contributo al rinnovamento di questo organismo”, ha affermato il dott. Vito De Robertis Lombardi, segretario provinciale FIMMG Bari. “Siamo costretti a chiedere agli organi di stampa di dare il maggior risalto possibile alla notizia in quanto la scelta da parte del Presidente uscente di indire le elezioni ancora una volta in estate, ostacola il confronto tra i colleghi, distratti dalle ferie”.

Condividiamo il programma della lista “Innoviamo insieme” capeggiata dal Prof. Paolo Livrea – Ordinario di neurologia all’Università di Bari, che si propone un profondo cambiamento nella gestione dell’Ordine riscoprendo valori come la democrazia, la partecipazione e il confronto tra le parti.

I punti qualificanti del programma della lista “Innoviamo insieme” sono:

  1. mai più elezioni in piena estate:  oggi l’Ordine è vissuto come realtà amministrativa e previdenziale dagli stessi attuali gestori, che, proprio in virtù di una considerazione dell’Ordine come estraneo alla professione, hanno deciso – decisione che casseremo - di attribuire ai consiglieri un gettone di presenza e ai componenti dell’esecutivo una indennità mensile! In coerenza con tale  visione, queste elezioni vengono convocate in un periodo che non garantisce un’ampia discussione all’interno della categoria e al suo esterno (poiché noi medici stiamo nella società civile e con essa vogliamo crescere), ma in piene ferie estive, quando anche spostarsi o sentirsi diventa un problema. Chiediamo un giudizio dei colleghi anche su questa procedura, che considera la partecipazione elettorale al pari di una astuzia contabile.
  2. abolire lo stipendio e le indennità di carica “Innoviamo insieme” si impegna come primo atto del proprio mandato a ritirare la delibera del Consiglio dell’Ordine con cui si è deciso di attribuire una indennità di carica di 2000 euro al mese al Presidente, di 1200 euro al mese al vice, di 1000 euro al mese al tesoriere, di 1000 euro al mese al segretario e un gettone di presenza di 100 euro per i consiglieri.
  3. garantire il diritto alla difesa a tutti i medici. La lista “Innoviamo insieme” garantirà da subito il pieno esercizio del diritto di difesa e di accesso agli atti anche nella fase preliminare del procedimento disciplinare dinanzi al Presidente, sinora sempre negato.
  4. istituire uno sportello di conciliazione per le controversie tra medici e pazienti. Con tale strumento si intende realizzare concretamente la funzione di tutela, propria degli Ordini Professionali riducendo il livello di conflittualità tra medico e paziente, concorrendo a ristabilire un clima di fiducia nei confronti della categoria; offrendo ai medici la possibilità di risolvere le controversie con i pazienti attraverso modalità non lesive della propria identità ed immagine professionale.
  5. garantire l’autonomia della professione medica, non già da chi faticosamente nei singoli settori della dipendenza, della convenzione o altro cerca di rappresentarli, ma dagli amministratori della sanità pubblica e privata, verso i quali con grande autorevolezza derivante dalle conoscenze e dal lavoro svolto i medici devono esercitare un ruolo di alta consulenza. Ciò deriva direttamente dalla natura della professione medica, cioè il governo clinico che ci compete e che rivendichiamo.

Non abbiamo più intenzione di svolgere un ruolo subalterno ai poteri forti.

 

Bari, 3 settembre 2005

 

Home

  Utenti in linea:

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008