Nuove limitazioni nella prescrizione dei farmaci

 

Comunicato stampa  

Nuove limitazioni nella prescrizione dei farmaci

Dal 19 novembre in vigore le nuove note AIFA

 Oggi 19  novembre entrano in vigore le nuove note AIFA emanate dall’Agenzia Italiana del farmaco e sostituiscono quelle tuttora in vigore elaborate dalla vecchia CUF (Commissione unica del farmaco).

L’obiettivo del Governo è quello di ridurre la spesa farmaceutica. Infatti da un lato riduce i prezzi di alcune categorie di farmaci, attraverso l’aggiornamento del Prontuario Farmaceutico che “produrrà una riduzione della spesa pari a 218 milioni di euro”, ma dall’altro impone la limitazione nella prescrizione di alcune classi di farmaci di largo utilizzo come gli inibitori di pompa per la cura delle malattie gastriche, le statine per il controllo del colesterolo e i farmaci antinfiammatori di ultima generazione COXIB.

“La tutela della salute, purtroppo”, ha affermato il dott. Filippo Anelli, Segretario regionale FIMMG Puglia, “è considerata da questo Governo come una spesa e non come una risorsa da valorizzare. La sottostima del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è oramai in Italia una costante realtà. Senza ulteriori investimenti, soprattutto nella prevenzione, sarà difficile mantenere elevati gli indici di tutela della salute pubblica che hanno caratterizzato il SSN italiano, considerato fino a poco tempo fa uno tra i migliori al mondo”.

Le nuove limitazioni determineranno un forte disagio tra i cittadini in quanto questi farmaci continueranno ad essere distribuiti a carico del Servizio Sanitario (quindi, gratuitamente) solo in determinate e particolari malattie. Ad esempio, la fascia di popolazione con età superiore a 65 anni era sino ad oggi considerata a rischio nel caso di prescrizione di farmaci antinfiammatori. In tal caso il medico poteva utilizzare un farmaco per la prevenzione dei danni gastrici, prescrivendolo a carico del SSN. Con le nuove limitazioni, e per effetto delle nuove note, questa fascia di popolazione ora non è più considerata a rischio e pertanto il medico non ha più la facoltà di prescrivere tali farmaci a carico del SSN. Di conseguenza, il cittadino dovrà con i propri mezzi provvede all’acquisto dei medicinali.

Pur essendo intervenuta la rettifica della nota 1 da parte dell’AIFA, una larga fascia della popolazione continua ad essere considerata non a rischio.

Abbiamo scritto al Presidente Fitto una lettera in cui abbiamo illustrato i disagi creati al paziente derivanti dall’applicazione della nuova normativa e lo abbiamo invitato ad adottare ogni iniziativa utile e necessaria a garantire pienamente la tutela della salute pubblica. Infatti, appare necessario assicurare innanzitutto la continuità terapeutica e l’accesso alle strutture del Servizio Sanitario Regionale al fine di semplificare tutti i passaggi imposti all’utente dalle nuove norme.

Il dott. Anelli illustrerà, in occasione dell’Assemblea regionale dei quadri fimmg, in dettaglio le novità per i cittadini in merito alle nuove note AIFA in una

 

Conferenza Stampa

Sabato 20 novembre p.v. alle ore 10,00

pressoVittoria Park Hotel”

Via Nazionale, 10- Bari Palese

Bari, 19 novembre 2004 

 

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008