118: verso la contrattazione regionale  

COMUNICATO STAMPA 04 /08/2004

118: verso la contrattazione regionale  

La Regione Puglia ha dichiarato la propria disponibilità a convocare  le Organizzazioni Sindacali dei Medici di Medicina Generale nei primi giorni di settembre sulle problematiche dell’Emergenza Territoriale in questi giorni sollevate dalla FIMMG.

“E’ un primo ed importante passo, quello della trattativa regionale, che consentirà di individuare le giuste soluzioni per correggere le disfunzioni organizzative legate alla mancata applicazione delle norme contrattuali che il periodo di ferie ha evidenziato nell’organizzazione del 118” , ha dichiarato il dott. Filippo Anelli, Segretario regionale della FIMMG Puglia.

In realtà, la Giunta regionale sin da un anno fa aveva invitato i Direttori Generali a separare l’organizzazione del Servizio 118 da quello delle strutture di Pronto Soccorso ospedaliero. Infatti, le differenti modalità di gestione di un servizio a convenzione, come il 118, da quello dell’Emergenza ospedaliera e delle strutture di Pronto Soccorso, legati al mondo della dipendenza, possono dare origine a confusione nella gestione del servizio di Emergenza Territoriale. Così abbiamo assistito ad iniziative diverse da una ASL ad un’altra per risolvere, ad esempio, il problema delle sostituzioni e delle reperibilità dei Medici anche al fine di consentire il godimento delle ferie.

“Ciò nonostante, il servizio 118 funziona ottimamente e la presenza di personale sanitario qualificato consente di erogare un servizio efficiente anche in presenza di disfunzioni organizzative locali”, ha continuato il dott. Filippo Anelli.

La contrattazione regionale sul 118 consentirà finalmente di risolvere i problemi legati alle sostituzioni e alla reperibilità del personale medico; migliorerà la parte burocratica relativa alla gestione amministrativa dei medici convenzionati; favorirà un clima di tranquillità e di serenità nel servizio di Emergenza Territoriale.

“Apprezziamo la disponibilità manifestata dalla Giunta regionale e dall’apparato amministrativo dell’Assessorato alla sanità  a fornire rapidamente risposte adeguate ai problemi sollevati dalla nostra organizzazione”, ha affermato il dott. Vito De Robertis Lombardi, Segretario provinciale della FIMMG Bari. “Sarà opportuno, tuttavia, che l’Assessore regionale alla sanità emani disposizioni perentorie ai Direttori Generali per evitare, in futuro, il ripetersi di simili ed incresciose situazioni”.

Bari, 4 agosto 2004

Home

Fimmg Puglia:  in rete dal 25/02/2008