450 medici saranno assunti a tempo indeterminato nel 118. 

COMUNICATO STAMPA

 

 450 medici saranno assunti a tempo indeterminato nel 118. 

E’ stata raggiunta in tarda serata l’intesa con la Regione Puglia sulla stabilizzazione del 118 in Puglia e l’assunzione a tempo indeterminato di 450 medici nel 118.

La Regione Puglia con delibera regionale numero 1326 del 4/9/2003 ha individuato per ogni AUSL i posti carenti nel 118:

Entro il 15 maggio 2004 la Regione Puglia pubblicherà il bando per consentire ai medici di far domanda per coprire i posti carenti così come sopra individuati. Potranno partecipare i medici inseriti nella graduatoria unica regionale per la Medicina generale ed in possesso del titolo di idoneità conseguito a seguito del corso di formazione per il personale medico del 118. Alla graduatoria regionale si accede dopo aver vinto un concorso pubblico ed aver frequentato un corso biennale di specializzazione.

L’accordo sottoscritto con la Regione Puglia prevede che i medici in servizio nel 118 alla data del 4/9/2003 ma non iscritti nella graduatoria unica regionale per la medicina generale potranno partecipare al bando per la copertura dei posti carenti nel 118 solo nel caso in cui rimangano disponibili posti non assegnati agli aventi diritto (iscritti in graduatoria). La Regione Puglia si è impegnata a consentire tale procedura con Legge regionale.

“E’ un accordo storico”- ha dichiarato il dott. Filippo Anelli, segretario regionale FIMMG Puglia – “in quanto sono state avviate le procedure per stabilizzare uno dei servizi fondamentali per la tutela della salute pubblica attraverso l’assunzione a tempo indeterminato dei medici del 118”.

“Con questo accordo”, ha dichiarato il dott. Nicola Calabrese, responsabile regionale del Settore 118 della FIMMG, “450 medici saranno assunti a tempo indeterminato, il che significa dimezzare la disoccupazione medica in Puglia e assicurare un futuro migliore ai neolaureati della nostra regione”.

La FIMMG da sempre si è battuta per migliorare la professionalità dei medici del 118 attraverso l’attivazione del corso di formazione specifico per l’Emergenza Territoriale.

“Oggi, dopo le battaglie sulla formazione la Fimmg ed i sindacati tutti ottengono un nuovo e importante risultato: la fine della fase sperimentale del 118 in Puglia”, ha continuato il dott. Filippo Anelli. “Siamo fortemente fiduciosi che tutti i medici in servizio nel 118, anche i non iscritti in graduatoria unica regionale, avranno – grazie alla Regione Puglia - uno sbocco occupazionale definitivo nel 118 in meno di sei mesi”.

Bari, 05 aprile 2004

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: in rete dal 25/02/2008