Presidente Fitto, non venda gli ospedali!

Home

Comunicato Stampa

 Presidente Fitto, non venda gli ospedali!

Appello dei medici FIMMG al Presidente della Regione Puglia. 

La notizia della possibile vendita degli ospedali anche da parte della Regione Puglia è apparsa ieri sulla prima pagina di uno dei maggiori quotidiani italiani (La Repubblica).

L’ipotesi della vendita degli ospedali è legata al forte indebitamento, circa 25 miliardi di Euro, delle Regioni che non riescono ad assicurare la completa copertura economica nell’erogazione dei livelli essenziali di assistenza, a causa del sottofinanziamento del Servizio Sanitario Nazionale.

Tale condizione ha già costretto la Regione Lazio a seguire la strada della vendita degli ospedali, utilizzando il metodo della cartolarizzazione, ossia la vendita ad una società con l’impegno poi di passare all’eventuale riscatto. Tutto ciò in cambio di liquidità per fronteggiare il forte indebitamento.

Anche la Regione Sicilia ha assunto la decisione di avviare la procedura di vendere gli ospedali. Ma, la protesta dei cittadini ha indotto il Governatore di questa regione a sospendere tale determinazione.

“Non venda i nostri ospedali, Presidente Fitto”, ha affermato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale della FIMMG. “Siamo consapevoli delle difficoltà a cui deve far fronte la Giunta Regionale per assicurare i livelli essenziali di assistenza in Puglia, anche in considerazione del grave deficit economico accumulato dalla Regione e dello scarso finanziamento statale in tema di sanità che penalizza proprio la nostra regione”.

Un tale provvedimento, infatti, rappresenterebbe un ulteriore colpo al Servizio Sanitario Nazionale.

I medici di famiglia dichiarano, ancora una volta, la propria disponibilità a fare la propria parte per sostenere il servizio sanitario, impegnandosi nella lotta agli sprechi e migliorando l’appropriatezza delle prescrizioni e prestazioni.

“Abbiamo convocato l’assemblea generale degli iscritti alla FIMMG Puglia”, ha continuato il dott. Filippo Anelli, “per ribadire pubblicamente la nostra fedeltà al Servizio Sanitario Nazionale e riaffermare la fedeltà ai principi che da sempre animano la professione medica”.

L’assemblea generale avrà luogo sabato 29 novembre p.v., presso la Sala Sinodale del Seminario arcivescovile di Bari, sul tema “La salute non è una merce! Medici di famiglia, diritto alla salute e dimensione etica”. All’incontro interverranno Don Rocco D’Ambrosio - docente di etica politica alla pontificia università gregoriana di Roma e all’Istituto Teologico Pugliese - ed il dott. Cosimo Nume, Medico di Famiglia e Presidente dell’Ordine dei Medici di Taranto.

Per ribadire la fedeltà al Servizio Sanitario Nazionale, i medici di famiglia presenti all’assemblea generale del 29 novembre compieranno l’atto pubblico di giurare collettivamente sull’antico testo predisposto da Ippocrate per svolgere tale professione.

“Un giuramento”, ha concluso il dott. Anelli, “per ribadire la nostra volontà di essere medici per alleviare le sofferenze, per curare le malattie, per promuovere la salute”.

Bari, 24 novembre 2003 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: in rete dal 25/02/2008