Cambia dal 1 Settembre la normativa della esenzione ticket sui farmaci.

Home

Comunicato Stampa  25/02/2008

Tavola riepilogativa delle nuove esenzioni (formato pdf-zip) 

 Cambia dal 1 Settembre la normativa della esenzione ticket sui farmaci.

I cittadini pugliesi non pagheranno più la quota fissa sulla ricetta. E’ questa la principale novità che, fra l’altro, consentirà a chi si reca in farmacia con una ricetta nella quale sia prescritto un solo farmaco di non pagare 1 Euro di quota fissa.

" E’ un provvedimento corretto", ha affermato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale della FIMMG, "in quanto consente di rendere superflua la richiesta da parte dei pazienti di ottenere su ogni ricetta sempre due farmaci al fine di ammortizzare la quota fissa".

Infatti, la Regione ha aumentato la quota sul singolo farmaco da 1,5 € a 2,0 € facendo risparmiare sulle ricette con un solo farmaco, rispetto al precedente sistema (1€ per ricetta + 1,5 € per ogni farmaco), 0.50 €., mentre resta invariata la quota di partecipazione di 4 € per le ricette che contengono due confezioni.

Altra importante novità è l’innalzamento dei limiti di reddito per beneficiare della esenzione totale e parziale tenendo anche conto della composizione del nucleo familiare.

Infatti per aver diritto all’esenzione totale il limite di reddito passa da € 7.000 a € 8.000 aumentati di € 750 per ogni figlio a carico sino ad un massimo di € 2.250 complessivi. Per aver diritto alla esenzione parziale per reddito e per i soggetti con patologie croniche invalidanti i precedenti limiti, rispettivamente di € 11.000 e € 16.000 sono aumentati di € 750 per ogni figlio a carico, sino ad un massimo di € 2.250 complessivi.

"Sicuramente un passo avanti", ha affermato il dott. Vito De Robertis Lombardi – segretario provinciale della FIMMG Bari, "soprattutto per i soggetti con un reddito basso in quanto i limiti di reddito sono stati aumentati. Resta, tuttavia, il grosso problema dei malati cronici che dovrebbero avere fasce di esenzione molto più elevate"

Quindi particolare attenzione dovrebbero prestare i cittadini che si trovano nelle fasce di reddito comprese tra 7.000 e 10.250 Euro in quanto per il meccanismo individuato potrebbero rientrare nelle fasce di esenzione totale.

La stessa attenzione dovrebbero prestare coloro che hanno un reddito compreso tra 11.000 e 13.250 Euro, nonché gli esenti per patologia (ipertensione, diabete, cardiopatia ecc) con un reddito tra 16.000 e 18.250 Euro.

Altra novità riguarda i titolari di pensione di inabilità assoluta e permanente che si vedono riconoscere l’inclusione nella fascia delle esenzioni totali.

Una particolare attenzione è stata rivolta anche verso i malati neoplastici, per i quali i preparati galenici ed officinali per la terapia del dolore sono rientrati tra i farmaci rimborsabili con pagamento di un ticket ridotto a secondo delle fasce di esenzione.

Infine, si pagherà un ticket ridotto anche per i medicinali monodose, come gli antibiotici iniettabili, per i farmaci somministrabili per fleboclisi e per l’interferone nella terapia della epatite cronica.

"La FIMMG continuerà la sua opera di sensibilizzazione per consentire alle categorie più deboli e soprattutto ai malati cronici di ottenere una ulteriore riduzione dei ticket in questi soggetti", hanno concluso i due dirigenti della FIMMG.

Bari, 28/8/2003

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione