CARITAS e FIMMG:

tutelare i diritti dei più poveri nel Servizio Sanitario Nazionale

Home

Comunicato Stampa

 

CARITAS e FIMMG:

tutelare i diritti dei più poveri nel Servizio Sanitario Nazionale.  

 

Mario Falconi e Don Vittorio Nozza

E’ stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra  la Caritas Italiana e la FIMMG a sostegno del Servizio Sanitario Nazionale e dei suoi principi di uguaglianza, universalità ed equità.

Il dott. Mario Falconi, Segretario Nazionale della FIMMG, e don Vittorio Nozza, Direttore Nazionale della Caritas Italiana, hanno convenuto di avviare una indagine statistica per valutare la difficoltà nell’accesso alle cure da parte dei soggetti più deboli della popolazione ed in particolare dei poveri e dei disabili.

Il programma di ricerca è stato messo a punto dal Settore Solidarietà della FIMMG nazionale e dal suo responsabile, dott. Filippo Anelli, e dal centro studi della Caritas Italiana.

Tra gli obiettivi del progetto, quello di giungere ad una indagine conoscitiva di tali fenomeni da pubblicare sul 5° Rapporto annuale Feltrinelli, in collaborazione con la Fondazione Zancan.

La Puglia è stata scelta come regione che parteciperà al progetto. Saranno coinvolte due Province e circa 50 medici di famiglia. 

"La Caritas italiana e la FIMMG esprimono in modo condiviso una preoccupazione per lo stato di salute del Servizio Nazionale. Tale preoccupazione é dovuta  a diversi fattori:

-     gli ultimi interventi legislativi e la spinta verso una eccessiva devolution stanno condizionando in senso negativo il Servizio Sanitario Nazionale (SSN);

 

-      le lunghe liste di attesa e la riduzione delle prestazioni offerta dal SSN rischiano di compromettere il principio di equità e di uguaglianza nell'accesso alle prestazioni sanitarie. Tale situazione rischia di creare gravi disagi soprattutto alle fasce più deboli  della popolazione ed in particolare ai malati cronici, ai poveri,  agli extra comunitari ed ai soggetti portatori di handicap.

 

Bari, 29 luglio 2003 

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione