118: una protesta giusta

Home

Comunicato stampa

  

“Esprimo piena solidarietà ai medici di Emergenza Territoriale (118) che in questi giorni hanno incrociato le braccia e proclamato lo stato di agitazione”- ha affermato il dott. Filippo Anelli, segretario regionale della FIMMG.

Le richieste avanzate dai medici del 118 circa il diritto ad usufruire delle ferie nonché ad ottenere una corretta retribuzione per le ore svolte in lavoro straordinario, rappresentano la base di una piattaforma rivendicativa che la FIMMG fa propria nei confronti della Regione Puglia.

“Giovedì prossimo, nel corso del Comitato Permanente Regionale della Medicina Generale, la FIMMG chiederà che si avvii una trattativa sui compiti previsti dall’art. 65 del DPR 270/00 e il trattamento economico ad esso correlato”, ha continuato il dott. Anelli. “Al medico di emergenza territoriale spetta un periodo annuale retribuito di astensione dal lavoro per riposo pari a 21 giorni lavorativi”, recita  l’art. 68 del DPR 270/00.

Inoltre, ai medici di emergenza territoriale si potrà chiedere di collaborare, per il tempo in cui non sono impegnati in compiti propri dell’incarico, nelle attività di primo intervento dei presidi territoriali delle aziende sanitarie nelle strutture di pronto soccorso dei presidi ospedalieri; di essere utilizzati per attività presso punti di pronto soccorso fissi o mobili in occasione di manifestazioni sportive, fieristiche e culturali; di svolgere   nelle centrali operative attività di coordinamento e di riferimento interno ed esterno al servizio; di operare interventi di assistenza e di soccorso avanzato su mezzi attrezzati ad ala fissa ed ala rotante. Per lo svolgimento di tutti questi compiti è necessaria la stipula di appositi accordi regionali ed aziendali.

“La FIMMG”- ha concluso il dott Anelli - “si farà carico di avanzare alla Regione Puglia una proposta specifica al fine di giungere in tempi brevi ad un accordo regionale che dia risposte esaustive alle giuste richieste dei colleghi di emergenza territoriale”.

Bari, 29 luglio 2003 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione