Un sistema sanitario più equo!

Comunicato Stampa

Un sistema sanitario più equo!

La FIMMG chiede di ridurre il ticket ai malati cronici!

Si riunirà domani, presso l’assessorato regionale alla sanità, il Comitato Permanente Regionale per la Medicina Generale.

“Sarà l’occasione per presentare all’Assessore alla Sanità”, ha dichiarato il dott. Filippo Anelli – segretario regionale FIMMG, “l’ipotesi di una riduzione del ticket relativo alla spesa farmaceutica ai malati cronici, ai malati neoplastici e a quelli affetti da malattie rare”.

“Registriamo con maggior frequenza una certa difficoltà”, ha continuato il dott. Anelli, “nell’accesso alle cure. Spesso un ticket eccessivo può creare difficoltà nell’aderenza alla terapia nei soggetti affetti da patologie croniche ed in particolare nei soggetti monoreddito”.

Oggi, i malati cronici che fanno parte di un nucleo familiare con reddito annuo fino a € 16.000 possono già usufruire dell'esenzione parziale sui farmaci inerenti la propria patologia ovvero corrispondere sempre € 1 per ricetta e € 1 a confezione farmaceutica, invece di € 1,50 previsto per i non esenti.

Tuttavia tutto questo non basta!

"Infatti" - afferma la nota della FIMMG-  "questi soggetti sono costretti ad assumere farmaci una o più volte al giorno. Spesso accade, come nei soggetti affetti da malattie neoplastiche,  che bisogna far uso di farmaci per ridurre gli effetti collaterali o controbilanciare gli effetti tossici di terapie aggressive - come la chemioterapia - per curare la patologia di base (la neoplasia)".

Trattasi di patologie complesse (diabete, ipertensione arteriosa, cardiopatie, malattie del connettivo, epatite cronica, insufficienza renale cronica, neoplasie maligne e così via) che coinvolgono larghi strati della popolazione e che richiedono un impegno economico non indifferente da parte di ogni singolo ammalato per curare, in genere per tutta la vita, queste malattie.

In questi giorni il Governo Regionale avvierà una revisione del sistema delle esenzioni.

Eliminare il ticket sulla ricetta è sicuramente un provvedimento utile ed equo. Infatti, il cittadino che non sarà più costretto a pagare 1 € sulla ricetta eviterà di chiedere una doppia prescrizione di farmaci al fine di ammortizzare l’Euro sborsato sulla ricetta.

“Diminuire il ticket sul singolo farmaco ai malati cronici”, ha continuato il dott. Anelli, “trovando forme di compensazione con il preventivato aumento del ticket sul singolo pezzo, renderebbe il settore della compartecipazione dei cittadini alla spesa farmaceutica  più equo e più solidale”.

Venerdì 27 giugno sciopero generale dei medici di famiglia e dei pediatri di libera scelta.

Nonostante lo sciopero, i medici di famiglia garantiranno ai cittadini le visite domiciliari urgenti, le visite ai malati in assistenza domiciliare integrata e l’assistenza domiciliare programmata ai malati terminali.

“Chiederemo, in occasione della seduta del Comitato, che la Regione comunichi alle ASL – con una circolare urgente – gli aspetti organizzativi relativi proprio all’obbligo da parte del medico di garantire queste forme di assistenza sanitaria domiciliare”, ha commentato il dott Filippo Anelli.

“Vorremmo evitare disguidi e disagi nell’assistenza ai cittadini proprio in occasione di uno sciopero in un settore così delicato. Ci rendiamo conto che il legittimo diritto di protesta, in questo settore, si scontra con l’esigenza – insopprimibile - di alleviare le sofferenze dei malati. Per questo chiediamo all’Assessorato il massimo sostegno nella organizzazione di quelle forme di assistenza garantite dalla Legge”.

Bari, 22 giugno 2003 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione