Burocrazia Puglia: La Legge non è uguale per tutti!

Clicca qui per ritornare all'Home Page

Comunicato Stampa

Burocrazia Puglia: La Legge non è uguale per tutti!

La ASL BA 4 comunica alla FIMMG la propria indisponibilità ad applicare immediatamente l'art. 37 DPR 270/00

La burocrazia in Puglia continua a provocare inutili danni: prima ai cittadini; ora anche alle strutture pubbliche.

L'applicazione degli articoli 36 e 37 del DPR 270/00, ossia a rispettare il diritto del cittadino ad ottenere le prescrizioni da parte degli specialisti  degli ospedalieri sulla ricetta rossa del Servizio Sanitario Regionale, sta mettendo in crisi le Aziende Sanitarie pugliesi.

Mentre la ASL BR 1e BA 3 hanno diffuso, con sollecitudine, una circolare con cui si dispone l'immediata distribuzione dei ricettari rossi agli specialisti e agli ospedalieri, la ASL BA 4 ha rinviato tale decisione ad una eventuale regolamentazione regionale.

"Una decisione inaspettata", ha affermato il dott. Filippo Anelli - segretario regionale FIMMG Puglia, "che non può in nessun caso essere applicata. Infatti, la norma è estremamente chiara e immediatamente vincolante per tutti gli operatori del settore sanitario e non soggetta a contrattazione regionale. Le ASL devono solo disporre la distribuzione dei ricettari ai soggetti individuati dalla Legge e abilitati a ricettare".

"Abbiamo grande stima del Direttore Generale della ASL BA 4", ha continuato il dott. Filippo Anelli. "Pertanto, lo invitiamo a rivedere una tale decisione che provocherà delle inutili discriminazioni tra cittadini pugliesi e metterà in crisi il rapporto di fiducia tra istituzioni e cittadini".

Applicare le leggi è un dovere di tutti i cittadini!

Ricopiare ricette è un atto che squalifica la professione medica e come tale è una pratica che, oltre ad essere deontologicamente scorretta, dovrebbe essere fortemente scoraggiata.

Le sanzioni previste dal Decreto Sirchia, inoltre, rendono tale pratica ulteriormente impraticabile. Stante le gravi responsabilità previste dal Decreto a carico di colui che prescrive, ogni medico deve essere messo nelle condizioni di rispondere solo dei suoi atti professionali.

"Vogliamo fare i medici e non gli impiegati preposti a ricopiare le ricette altrui", ha dichiarato il dott. Filippo Anelli. "La Delibera 2242/02 - che obbliga il medico di famiglia a ricopiare le prescrizioni del fisiatra - rappresenta una offesa per tutti coloro che, con un po’ di orgoglio, continuano - nonostante tutto - a curare i cittadini con dedizione e professionalità".

Mostrare a tutti il proprio orgoglio di essere medici! Questo è l'obiettivo del Medical Pride che si terrà il 5 Aprile sul Lungomare di Bari.

Poi, alcuni giorni dopo tutti a Roma, a protestare contro il Decreto Sirchia, insieme ai medici appartenenti a ANAAO ASSOMED - Associazione Medici Dirigenti, CGIL Pensionati, CIMO ASMD - Coordinamento Italiano dei Medici Ospedalieri- Associazione Sindacale dei Medici Dirigenti (SNAMI Ospedalieri - UGL Medici -CISAL Medici - Unione Medica);  CISL Medici; CISL Pensionati;  CIVEMP (Sivemp, veterinari- Simet, medici del territorio); CODICI - Centro per i Diritti del Cittadino; CONFEDIR Sanità - Confederazione Nazionale Quadri Direttivi e Dirigenti Funzione Pubblica; Federazione Medici aderente UIL FPL (AMCO; COAS; CUMI - AISS - Confederazione Unitaria Medici Italiani/Associazione dei Medici Specialisti e Specializzandi; FNAM - Federazione Nazionale Area Medica; NUOVA ASCOTI - Associazione Sindacale Chirurghi Ortopedici Traumatologi Italiani; UIL FPL Medici; UMI; UMUS - Unione Medici Unità Sanitarie); Federazione Nazionale Collegi IPASVI; FESMED - Federazione Sindacale Medici Dirigenti (Acoi, Anco, Anmdo, Aogoi, Femepa, Sedi, Sumi); FIMP - Federazione Italiana Medici Pediatri. FP CGIL Medici; SUMAI - Sindacato Unico Medicina Ambulatoriale Italiana; UIL Pensionati;UMSPED (AAROI [Anestesisti] - SNR [Radiologi] - AIPAC])

Bari, 21 marzo 2003

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione