Clicca qui per ritornare all'Home Page

 

COMUNICATO STAMPA

Si alla vita, no alla guerra!

 Si alla vita, no alla guerra! E' lo slogan lanciato dai medici di famiglia pugliesi in questa fase storica caratterizzata da una grave crisi internazionale, che vede gli Stati Uniti d'America pronti ad una guerra contro l'Iraq.

"Siamo contro ogni forma di violenza" afferma il dott. Filippo Anelli, segretario regionale della FIMMG, "ivi compresa la guerra, con il suo carico di sofferenze, lutti e distruzioni. Fa parte della nostra professione lottare contro tutte le forme di sofferenza e di violenza. Come medici non possiamo che elevare un appello a favore della pace".

I medici di famiglia pugliesi, dunque, si schierano a favore della vita. In questo momento storico, al di la di qualsiasi schieramento politico, prevale l'impegno a favore dell'uomo.

"Come medici pugliesi ci uniamo a tutti coloro che in questo momento chiedono il massimo sforzo per evitare la guerra", ha continuato il dott. Anelli.

La FIMMG è da sempre impegnata a sostenere ogni iniziativa di solidarietà e di promozione umana. L'adozione dei bambini del Perù - che vivono in uno  stato di grande povertà sulle cime delle Ande  - e l'invito ai medici italiani ad utilizzare con maggior frequenza gli oppioidi - per il controllo del dolore nei soggetti che ne hanno bisogno - rappresentano due modi diversi, ma altrettanto efficaci, per testimoniare - in maniera concreta - l'impegno contro ogni forma di sofferenza.

"Ricercare la Giustizia sociale e impegnarsi a ridurre la povertà nel mondo, rappresentano il modo per diminuire il livello di conflittualità e creare così la speranza di un mondo migliore. Giustizia e Solidarietà sono, dunque, i due valori su cui poggia la vera pace".

Bari, 14 febbraio 2003

 

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione