COMITATO PERMANENTE REGIONALE DEL 6 MARZO 2003

Clicca qui per ritornare all'Home Page

TAVOLO TECNICO

COMITATO PERMANENTE REGIONALE DEL 6 MARZO 2003

La riunione presieduta dalla dott.sa Silvia Papini, coordinatrice dell´assessorato della sanità ha visto la partecipazione del dott. Giuseppe Di Cillo nuovo responsabile dell´ufficio regionale per la medicina generale.

La FIMMG ha dichiarato lo stato di agitazione per i seguenti motivi:
· Eccessivo carico burocratico derivante dalle norme imposte unilateralmente dalla regione Puglia come quelle relative alla FKT, densitometria, cure odontoiatriche, prescrizioni dei day Hospital, prescrizioni dei triplani, ecc..
· Ospedalizzazione domiciliare, assunta senza la consultazione dei sindacati ed il coordinamento con i medici di famiglia.
· Monitoraggio delle prescrizioni, effettuato secondo modalità assunte autonomamente dalla Regione ed in difformità con l´accordo nazionale, regionale e aziendale.
· Decreto antitruffa, che considera i medici alla stregua dei mafiosi ed impone severe sanzioni anche per gli errori formali.
· Utilizzo di una legge regionale per modificare in parte il DPR 270/00 senza averne potere in merito all´attivazione dei corsi del 118.
La FIMMG considera le norme relative al carico burocratico illegittime e preannuncia il ricorso al competente magistrato. Illegittimo anche il monitoraggio della spesa farmaceutica in quanto non tiene conto degli accordi  sindacali.
La FIMMG ha comunicato di aver chiesto alla Regione e alle aziende l´osservanza rigorosa dell´art. 37 del DPR 270/00.
Inoltre la FIMMG ha presentato un documento con cui invita i propri iscritti a non prescrivere tutte le prescrizioni indotte con effetto immediato. Tale documento è stato anche sottoscritto da: CUMI , SNAMI e SUMAI.


La CUMI ha presentato un documento con cui contesta la decisione assunta dal Consiglio regionale in merito ai corsi del 118.

Lo SNAMI ha invece, presentato una protesta contro una determinazione della AUSL BR/1 in merito ai requisiti dello studio professionale ed in particolare all´adeguamento alle norme sull´abbattimento delle barriere architettoniche. Tale documento è stato sottoscritto dalla FIMMG e dalla CUMI.

Il Tavolo tecnico ha deciso di modificare l´accordo del 30/10/2002 ed in particolare ha stabilito che il progetto obiettivo nella sua parte esecutiva sia immediatamente inviato alle AUSL per essere notificato ai medici di famiglia. Tale progetto avrà inizio il primo aprile 2003. Il budget di 16 milioni di Euro sarà erogato secondo quanto stabilito dalla DGR 5/03 in misura pari al 70% e in nove mensilità a partire dal mese successivo alla data di pubblicazione del DIEF 2003.
Bari, 06 marzo 2003

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione