Caro Mario,

a nome della Sezione Provinciale di Bari, ti esprimo la solidarietà in questo momento in cui la professione avrebbe bisogno di unità più che di inutili polemiche dettate solo dalla voglia di protagonismo e sensazionalismo.

La pubblicazione da parte di Farmindustria del nuovo Codice di autoregolamentazione ha provocato sconcerto e irritazione da parte di tutti i colleghi.

Comprensibili e condivisibili sono le vivaci proteste che da più parti sono state adottate.

Ti siamo vicini e condividiamo il tuo lavoro perché siamo certi che un grande sindacato non può fermarsi solo alla fase della protesta, ma deve essere in grado di fare proposte nell’interesse generale e della categoria.

Informeremo i colleghi delle iniziative che la Segreteria Nazionale ha già adottato per fronteggiare tale problema.

Senza una seria regolamentazione delle iniziative delle industrie farmaceutiche nel rispetto della trasparenza e di un’etica che dovrebbe comunque essere un punto di riferimento anche nelle leggi dell’economia, continueremo ad assistere a questo "mercato" che vede la nostra professione di medici svenduta agli interessi dei potentati economici. Tutto ciò ci danneggia e ci coinvolge, indirettamente, come medici di famiglia.

Ti ribadiamo la nostra disponibilità ed il nostro sostegno ad ogni iniziativa che riterrai utile adottare.

Con affetto.

Filippo Anelli