In attesa del BIG FLU!

La ASL BA/4 ordina 60.000 dosi di vaccino: la campagna vaccinale affidata ai medici di famiglia.

 

I medici di famiglia si preparano alla nuova campagna di vaccinazioni per proteggere gli anziani e i soggetti a rischio dall’influenza.

La ASL BA 4 ha concluso la gara con la quale ha acquistato 60.000 vaccini per soddisfare le esigenze della popolazione residente.

"Un risultato importante, ha commentato il dott. Filippo Anelli – segretario provinciale della FIMMG, giacché, quest’anno, i vaccini dovrebbero essere disponibili in tempo utile ed in numero sufficiente per raggiungere la copertura del 75% della popolazione anziana".

Una percentuale, quella del 75%, che l’OMS definisce efficace per ridurre i rischi di epidemia.

Anche quest’anno la vaccinazione antinfluenzale si svolgerà negli ambulatori dei medici di famiglia.

Il dott. Alessandro Calasso, direttore sanitario della ASL BA 4, sta inviando comunicazioni ai Dirigenti di Distretto che consentiranno un normale svolgimento della campagna di vaccinazione.

L’influenza è una malattia il cui decorso clinico è generalmente benigno, tuttavia a causa della sua elevata diffusione e quindi dell’elevato numero di persone che annualmente vengono colpite, può trasformarsi in una vera e propria "emergenza" sanitaria.

Infatti, l’epidemia influenzale si verifica in un breve periodo di tempo, generalmente 8 settimane, e colpisce dagli 8 cittadini su 1000, come per l’epidemia dello scorso anno, sino al 50% della popolazione in caso di pandemia.

Anche quest’anno, la larga diffusione della vaccinazione nella nostra ASL dovrebbe proteggere le persone più deboli dai rischi di questa malattia.

Tuttavia il rischio di una pandemia (cioè la diffusione della malattia causata da un ceppo di virus influenzale anomalo e diverso da quelli che conosciamo) è sempre in agguato: il big flu – la grande pandemia influenzale!

L’ultima pandemia risale al 1968: la "Hong Kong".

La medicina di famiglia garantisce la migliore capacità organizzativa nel fronteggiare questa malattia. I medici di famiglia sono in grado di moltiplicare immediatamente la propria disponibilità, senza ulteriori aggravi per il SSN, e curare i propri assistiti.

Una organizzazione della campagna vaccinale antinfluenzale centrata sul medico di famiglia rappresenta la vera prevenzione della malattia.

"L’unica vera difesa è rappresentata dal vaccino, afferma il dott. Anelli. Se si appartiene a una delle categorie a rischio il vaccino rappresenta la difesa più sicura. Rivolgiti al tuo medico di famiglia. Lui saprà darti le indicazioni migliori per la vaccinazione, potrà praticartela personalmente nel suo studio o consigliarti la terapia più adatta in caso di malattia".

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione: messo in rete il 25/02/08