Sintesi dell'accordo del 30.10.2002

Clicca qui per ritornare all'Home Page

 

Con l’Accordo del 30 Ottobre 2002 la Regione Puglia si è impegnata:

    • nella definizione dei "compiti e funzioni del medico di medicina generale che non potranno essere esercitati o affidati ad altri soggetti o ad Enti privati";
    • nella precisazione che il rapporto di lavoro del MMG "non potrà, né dovrà in nessun caso configurarsi come rapporto di dipendenza ed eventuali ulteriori incombenze potranno essere attribuite al medico di medicina generale con contrattazione regionale";
    • a considerare "la scheda sanitaria dell’assistito come uno strumento tecnico professionale che, nel rispetto delle norme sulla riservatezza, potrà essere utilizzata solo per i fini previsti dall’art. 31 e 15 bis DPR 270/00, nonché da altre specifiche norme vigenti in materia";
    • a definire il principio che il doppio compenso aggiuntivo è dovuto ai colleghi con doppio incarico a partire dal 1995;
    • a rendere operativo, regolamentandolo, l’accordo sull’associzionismo del 14 giungo 2001;
    • ad avviare le procedure per il riconoscimento delle indennità di collaboratore di studio e di infermiere, calcolando le percentuali degli assistiti non più sulla popolazione regionale, ma su quella aziendale;
    • a riaffermare che i compensi dovuti per l’ADI sono quelli previsti dall’Accordo Regionale DGR 1295/98 e cioè a dire £. 40.000 per ciascun accesso e £. 150.000 per ciascun caso attivato, fatti salvi i diversi accordi aziendali pregressi;
    • a definire l’entità economica dell’indennità ai tutor;
    • ad autorizzare i medici di continuità assistenziale ad erogare le PPIP che saranno remunerate a partire dal 2/10/2000;
    • a riservare in favore dei medici di continuità assistenziale e della medicina dei servizi che operano da almeno cinque anni, posti nella dipendenza nelle aree di attività inerenti detti servizi;
    • a regolamentare, nel redigendo accordo regionale, la partecipazione dei medici dei servizi ai progetti obiettivo predisposti e realizzati a livello aziendale e distrettuale; nonché a definire il compenso aggiuntivo per coloro che svolgono attività organizzative e di coordinamento.

 

 

Home

Fimmg Bari: Sezione Telematica e Comunicazione